Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 105
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0131
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DELLE OPERE 105.

quale io lodi più di quelle non direi così facilmente , trovando
che l'una e l'altra sotta è durata gran tempo, e. fermissima ej>
saldissima . Ma io giudico che si abbia rilpetto alla spesa, pur-
ché tu non vi metta calcinacci, e cose atte a corromperli.

Sonoyi ancora altre sorti di fondamenti, una delle quali spetta
a'portici ed a quei luoghi, dove si hanno a mettere ordini di co-
lonne, l'altra a quello che noi usiamo ne'luoghi marittimi, do-
ve non.si ha modo di tisare 0 scerre come tu vorresti la saldez-
. za del terreno. Delle cose marittime ne parleremo allora quan-
do tratteremo del porto e del molo da collocarli nella profondi-
tà del mare; poiché quello veramente spetta non all'opera di tut-
ti gli edisic;, della qual. cosa noi parliamo in quello luogo, ma
ad una certa particola? parte della città, della quale tratteremo
inlieme cols altre cose del suo genere, quando membro per mem-
bro ragioneremo di limili opere pubbliche .

Nel fondare sotto gli ordini delle colonne, non fa mestieri wmm
tirare a dilungo una folla tutta continuata ripiena di muraglia ; ma TAy_ j_
è cosa conveniente fortisicare prima i liti , ove tu vuoi porre le EIG, 3.
sedi e il letto di esse colonne, e dall'uno all'altro gittate poi ar-
chi voltando il dorso loro verso il profondo , di modo che il ri-
cìnto e lo spazzo del primo piano serva per corda di detti archi«
Imperciocché dando cosi saranno meno pronte a forare il terre-
no per i rinforzi degli archi , che in quello modo loro si con-
traporranno. Quanto le colonne sieno atte a forare il terreno, e
quanto esse sieno pericolose ed aggravate dai peli pollivi sopra, Io
dimoflra la cantonata del nobile tempio di Vespasiauo, eh'è vòl-
ta verso 1' occidente ellivo ; poiché avendo voluto lasciare sotto
vuota la via pubblica da potervi paliare , che veniva occupataj
dalla cantonata , lasciando alquanto di spazio della pianta , ed
avendo adattata alla muraglia una volta, lasciarono essà cantona-
ta quali che in modo d'un pilaslro a lato alla via, e la rinsorzaro-
no con saldezza di opera , e con ajuto di un barbacane . Maj

R 2 quella
loading ...