Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 118
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0144
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
m

LIBRO TERZO"

rendo in questa maniera. Tu hai a sapere , che quella calcina è
cotta abbastanza , la quale bagnata , e poi dopo il bollimento
rpenta , imitando la spiuma del latte., ingrossando tutte le zolle
rigonsia . Di non essere (lata macerata abbastanza te ne daranno
indizio i sàssolini, che nel meschiarla coli' arena vi troverai. Se
tu le darai più arena che il bisogno, per 1' asprezza sua non farà
psesa ; e sé tu gliene darai meno che non ricerca la forza e lu
natura sua , resterà come una pania, e ti obbedirà mal volontie-
rl. Metterai la calcina non bene spenta del tutto , o per qualche
altro conto più debole , con meno danno ne'fondamenti'che nel-
le mura, e ne' ripieni che nelle scorze . Ma dalle cantonate e
dagli ossami e dai ricinti bisogna levar via ogni calcina che aves-
se difetto alcuno benché minimo, e negli archi masiìmamente si
dee mettere fidatissima. Le cantonate, le ossa , i ricinti e le cor-
nici ricercano l'arena più minuta, più lottile e più pura , e mas-
sime dove si mettono pietre pulite . I ripieni non ricusano una
materia più grossblana . La pietra arida di sua natura e sitibonda
non ha mala convenienza cols arena de' siumi . La pietra umida
per natura e acquidosa amerà molto l'arena di cava . Non vor-
rei che 1' arena tolta dal mare si mettesse verso ostro ; forsè che
e(Ta più comodamente si esporrà a' venti di tramontana . A qual-
sivoglia pietra minuta si dee dare l'intriso più magro ; alla pie-
tra esausta ed arida si dee dare più grasso ; ancorché gli antichi
pensassero, che per tutta la muraglia un Affatto intriso alquanto
grassetto fosse più tenace che il magro. Alle pietre maggiori non
si pongon sotto sé non intrisi liquidi e teneri, acciocché simil ma-
teria vi paja posta più per letto , sopra il quale s' hanno a posa-
re , che per altro, e sopra cui sien più facili ad esser-mosse dal-
le mani degli artesici, che per congiugnerle. Ma gioverà certo
molto il metter sotto alcun letto simìle , quali che un morbido
guanciale, acciocché le pietre sotto il gravissìmo peso non s'iùr
srangano, Vi sono alcuni, che dove veggono or qua or là negli

edifi-
loading ...