Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 121
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0147
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DELLE O P E; R E

sendovi oltre di quedo alcuni modi di edisicare , che coi ripieni soli -,
ed alcuni che colle cortecce sole si finiscono , e limili, ne trattere-
mo perciò brevemente. Le pietre che si hanno a murare con terra
bisogna che sieno quadre e molto aride, e a quello non è cosa al-
cuna più comoda che i mattoni, o cotti, o piuttosto crudi beru,
secchi . II muro fatto di mattoni crudi è molto atto alla sanità
degli abitanti, ed essendo contro a'suochi sicurissimo, non è né an-
co molto commosso da' tremuoti ; ma. il medesimo , sé non si fa
grasso , non regge alle impalcature . Per quello comandava Ca-
tone , che vi si tirassero alcuni pilastri di pietra, che reggessero
le travi. Vi sono alcuni, che desiderano che il loto con che han-
no a murare sia limile al bitume, e credono che quello sia otti-
mo , che messo nell' acqua si risolve adagio, che mal volontieri
si spicca dalle mani, e che si riserra molto quando si secca. Al-
tri lodano più l'arenoso, perchè è più trattabile. Quello Affatto
lavoro bisogna di fuori vestirlo d'una eroda di calcina , e di den-
tro , sé ti piace, di gesso o di terra bianca. Perchè poi questaj
più adattamente si. accolli , si dee nel murare , mettere ne' felli
delle congiunture alcuni pezzuoli di mattoni or in quello luogo
ed or in que.sl- altro che sporgano. infuori come dentelli, accioc-
ché la corteccia meglio vi si attenga.

Le pietre ignude debbono essere quadrate e maggiori chej
l'altre, salde e fermissime. Nel murarle non accadono alcuni ri-
pieni ; ma balla che gli ordini sieno giuslissimi con commettitura
perpetua, e che vi si mettano legamenti spessi di spranghe e di
perni. Le fpranghe son quelle che congiungono le pietre a due a
due ugualmente polle , e che le uniseono per ordine ; i perni son
quelli , che fitti nelle pietre , e di sotto e di sopra procurano
che per avventura gli ordini delle pietre non eseano 1' uno trop-
po suori dell' altro . Non biasimano le spranghe e i perni di fer-
ro . Ma io ho considerato negli edisicj degli antichi, che il ferro
si guada e non dura , e che il rame dura e si mantiene quali eter^

T a namen-
loading ...