Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 136
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0162
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile


LIBRO -TERZO

'giano , chiamati da'muratori le co/ce delle volte , si hanno a_>
riempire non di terra o di calcinacci vecchi , ma piuttosto di '
muraglia ordinaria e (labile , collegata pur di nuovo e da capo al-
le mura. Mi piacciono anche coloro , che per non caricare lo
volte , mettono nelle cosce delle volte orda fesse e volte sosso-
pra , acciocché non tengano F umidità sé alcuna ve sé ne adu-
nane , e di sopra vi pongono pezzami di pietre non molto gra-
vi, ma sodi . Finalmente in ogni volta, sia essa come si voglia,
noi andremo imitando la natura, la quale allora che congiunse
le ossa alle ossa , andò con nervi intessendo le carni, attraversan-
dole dappertutto con legature introdottevi per la lunghezza, per.
la larghezza, per F altezza , e circolarmente . Giudico che quest'
artisicio della natura si debba da noi imitare nel commettere del-
le pietre per fare le volte .

Finite querce cose , ci resta il coprirle ; cosa in tutta la fab-
brica principalissima , e non meno difficile che necessaria ; nel
conseguire la quale, e in darle perfezione, si sono più e più vol-
te affaticati tutti gli uomini, ponendovi ogni loro cura e diligen-
za. Di queste cose dobbiamo noi trattare , ma prima mi piace_>
d'inserirvi quello che principalmente s' appartiene all' opere in
volta. Nel fare le volte vi sono alcune differenze ; poiché que-
gli archi e quelle volte, che hanno armatura sotto dappertutto è
di necesiità sinirle pretto , senza tralasciare mai il lavoro ; maj
in quelle che si fanno senza che abbiano armatura dappertutto,
bisogna tralasciare il lavoro quasi di fila in sila , tanto che le sila
già fatte facciano presa , acciocché le ultime parti soprappostej
alle prime , che non hanno forsè fatta ben la presa non rovini-
no . Oltre di quello alle volte armate dappertutto , poiché essej
son serrate coi loro serragli , gioverà subito , per dir cosi, al-
lentare i puntelli, sopra i quali si posano dette armature; e que-
llo non solamente acciocché le pietre ad arco commesse fresca-
mente nell'opera, non si muovano ne'letti-che hanno sotto, e_>

nell' in-
loading ...