Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 182
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0208
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i-8,s LIBRO Q_ U A R X O

io, e i silososi il Lupo degli dij , concimando essa ogni cosa ed
ogni cosa divorando . Le spor.cizie e brutture adunque che vi si
aduneranno, mangiandocele il terreno , lì consumeranno e noru
esaleranno puzzolenti vapori. Vorrei bene, che le fogne che han.
no a ricevere le orine si collocassero discoste dalle mura ; per-
ciocché dagli ardori del sole. si marciscono e si guadano mara-
vigliosamente .

I fiumi oltre a quefto, e le fosse da acqua, e quelle massi-
me, per le quali hanno a pasTare le navi, penso che si debba-
no annoverare fra le specie delle vie ; poiché pare a molti, che
le navi sieno specie di carri , ed il mare non altro , che una lar-
ga e spaziosa strada . Ma di quelle cose non spetta parlarne più
a lungo in questo luogo. Se per avventura accaderà che queste
cose non baftino a' bisogni degli uomini, si dovranno allora , e
colla mano e cols arte rimediare i difetti , sé alcuni per caso ve
ne foriero , ed aggiugnervi quelle comodità che vi mancassero »
delle quali cose tratteremo poi nel luogo loro ,

CAPO Vili.

Della conveniente fabbrica de' porti , e de'luoghi comodi
per le piazze nelle citta.

ORa sé vi è parte alcuna della città , che si confaccia colle
cose , che noi dobbiamo trattare in questo luogo , il por-
to veramente sarà quel desso . Il porto è quali come un termine
nel corso de' cavalli, dal quale tu ti muovi al corso, o al quale
arrivando, finito il corso ti fermi e ti riposi . Altri forsè diranno
che il porto sia la stalla delle navi : ma sia pure come tu vuoi,
o termine , o stalla , o ricettacolo , certamente sé la proprietà
di qualunque porto è di ricever dentro a sé le navi, sicure dall'im-
peto delle temperie, egli è di necessità che elso le difenda, che

abbia
loading ...