Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 205
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0231
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DEGLI EDIFICI PARTICOLARI joS

carli, ed risar loro misericordia._ Queste sono quelle còse , nelle
quali il vescovo dee esercitare sé e i suoi . Di questi siffatti edi-
ficj appartenenti a' maggiori o a' minori vescovi dobbiamo noi
trattare, epperò cominceremo da' monasterj •

I monasterj sono di più sorti. O essi sono rinserrati di mo-
do , che non sé n' esce mai in pubblico , sé non per andar forsè
nel tempio ed alle processioni ; o non (tanno così rinserrati, che
non vi si possa alcuna volta entrare . Di quefìi altri ancora ser-
vono per le donne, ed altri per gli uomini. I monasterj dellej
donne non li biasimo che sieno dentro la città, né li lodo an-
cora grandemente che sieno fuori; poiché fuori, la solitudine fa-
rà che non sieno molto frequentati, ma chi vi frequenterà, avrà
più tempo, e più licenziosamente vi potrà fare qualche attenta-
to , essendovi pochi testimonj, il che non si può fare dove sono
assai testimonj, che ne possano da ciò distogliere. All'uno ed all'al-
tro si dee provvedere certamente in modo , che quei che vi sono
dentro non vogliano essere disonesti, ma principalmente che non
pollano . Quindi si deggion di modo serrare tutte le entrate,
che non vi possa entrare persona, e guardarle di maniera , che
non vi si possa aggirare alcuno attorno per tentare di entrarvi ,
senza manifestissimo sospetto del suo mal' animo . Né deggiono
essere tanto fortificati gli alloggiamenti di alcuna legione di stec
cati o di fòssi , quanto i circuiti di costoro si deggiono cerchia-
re d' altisfìme mura intere senza porte, o fenestre., o aperturaj
alcuna, per le quali non pur gli espugnatori della cassità , mi
neppur incitamenti d' occhi o di parole possano penetrare dentro
a turbare e ad infettare gli animi di quelle . Abbiano i lumi da!
lato di dentro , da un cortile scoperto ; intorno al quale si deg-
giono collocare le logge, i luoghi da passeggiare, le camere,
il refettorio, il capitolo , e quelle cose che vi fanno di bisogno ,
in luoghi comodi, secondo la regola delle case de'privati . Né
vorrei che vi mancassero spazj per orti e per pratelli , i quali
loading ...