Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 222
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0248
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBKO Q_ U I N T O

ta e ridotta sarà più velotìc, ma Ce tu non I' empirai di savorra
vacillerà in qua e in là. La carena larga ne' luoghi non fondi
sarà più atta , ma la filetta in alto mare sarà più Scura. I fian-
chi eia prua.rilevati ed esposti, al franger dell'onde resistéranno osti-
nati , ma saran superati da' venti più gravi . La punta della prua
quanto più sarà acuta, tanto più sarà il naviglio atto e pronto al
correre ; e la poppa quanto più sarà sottile , tanto più terrà il
diritto nel corso . Bisogna che gli sendi della nave e i petti sie-
no gagliardissìmi, e alquanto più pronti, acciocché per lo sfor-
zo delle vele , per lo spignere e per l'impeto de' rèmi fendano
15 onde . Sotto poi verso la poppa ila la nave più sottile , ac-
ciocché quali spontaneamente con un fuggire lubrico, voli via .
Il numero de'timoni accresee fermezza allenavi, ma le fa meno
veloci . La medesuna lunghezza sarà quella degli alberi, e quella
delle navi.
\ Lascinsi indietro 1' altre cose minori che fanno di bisogno
all' uso delle navi, e all' uso della guerra, come remi, ancore,
funi, speroni, torri, ponti e sonili . Faccia quello al nostro pro-
polito , che le travi e le piane che pendono dalle sponde e dai
fianchi , e che sporgono fuori degli speroni , servono di riparo
contro gì' impeti de' nemici, e le travi ancora diritte in luogo
di torri, le antenne e le scafe, o le gagge diritte silile anten-
ne, sono molto a proposito in vece di ponti. Gli antichi tisaro-
no mettere sulle prue quelle macchine da guerra, che chiamavano
corvi. I nostri nella prua e nella poppa accanto agli alberi ula-
no dirizzare torri , e porvi pannacci grossì, funi, sacchi , ed al-
tre cose limili, che servano per steccato e difesa , ed impararo-
no diligentemente a vietare la salita a que' che montavano alla
volta loro su per le funi , con mettervi sopra una rete . Noi al-
trove pensammo e deserivemmo in che modo i tavolati delle na-
vi, su i quali si cammina, li potessèro in un mome/nto nel mez-
zo del combattere empire dappertutto di pungènti/lime punte

ipess'e
loading ...