Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 227
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0253
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DEGLI EDIFIC] PARTICOLARI iìs-

Ta e dall' ingegno suo . Quindi mi pare che colora rissettano ec-
cellentemente , dicendo che l'occhio vigilante delle guardie è
una prigione adamantina.

Del resto seguendo i modi antichi faremo, che nelle prigioni
vi sieno i cessi ed i cammini da potervi far fuoco senza fumo o puzzo.
Tutta poi la distribuzione di una prigione dovrà esfer questa .
Cingerai di mura gagliarde ed alte senza che vi sieno alcune aper-
ture uno spazio in una parte sinirà, e non fuor di roano della.»
città ; lo fortisicherai con torri e con ballato; . Da quello muro
indentro verso le mura, dove hanno a stare i prigioni ssavi un_>
vano di due braccia e un quarto , per il quale le guardie cam-
minando la notte possano vietare il suggire de' congiurati prigio-
ni. Lo spazio che resta in mezzo di quello circuito , scomparti-
scilo in questa maniera . In vece di vestibolo ordinivi!! una sala^
meno trilla , ove vi sieno mandati a star per forza coloro , che
hanno bisogno d'imparare a vivere : dopo questa le prime entra-
te fra il cancello e gli (leccati, sieno abitazioni e luoghi per le
guardie armate ; dipoi ssavi un cortile seoperto , e di qua e di là
adattati portici, ne' quali sieno più finestre da poter vedere ìil»
più stanze . In quelle danze i falliti , e que' che hanno debito
sieno serrati, non tutti insieme ma divisi \ in fondo vi sia una pri-
gione alquanto più stretta-, dove s'abbiano a serrare quei che han-
no peccati leggieri ; e più addentro poi si serrino i prigioni per 1*
vita in stanze più segrete.

CAPO XIV.

Begli eiisicj privati, e dette loro disserenze . Detta ■siila, e delle
cofe da offenarsi nel collocarla e sai

PAsso ora a trattare degli edisicj privati. Ti dilli altrove, che
la casa era una piccola città . Bisogna adunque cùnsiderarej
nel farla quali tutte quelle cose che spettano al fare una città,

cioè
loading ...