Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 254
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0280
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ì54 LIBRO. SESTO

ot. *—"—^~ ~"-—""* sjsaae

CAPO II.

Della bellezza e dell' ornamento ; delle co/è che ìndi procedono,

e delle loro disserenze ; che Ji dee edisicare con ragioni vere,

e ■ chi fta il padre e V alunno delle arti.

PEnsano molti, che la grazia e l'amenità non derivi d'altronde
che dalla bellezza e dall' ornamento, indotti da quello, che
non sentono che si trovi alcuno tanto malinconico, tanto grasso,
tanto rozzo e tanto villano , che non gli piacciano grandemente
le cose belle, e non vada dietro , lasciate tutte le altre , alle più
adorne, e non sia offeso dalle brutte , e che dispregiando le non
ornate ed abbiette non si avvegga del loro mancamento, e non_>
conferii che sé quelle tali opere avessero ciò che loro manca sa-
rebber più graziose e più degne. Eisogna adunque scerre , e an-
dar principalmente dietro ad una degnissima bellezza, sé si vuo-
le che le nofire opere sieno grate . Quanto i nostri maggiori,
uomini prudentisiimi , stimasiero che si dovesse aver cura di que-
lla cosa , lo dimostrano, sì 1' altre cose, si ancora le leggi, Iaj
milizia, le cose sagre , e tutte le cose pubbliche , che s' affa-
ticarono di farle tutte ornatissime , come sé avessero voluto far
credere, che levati da siffatte cose , senza le quali appena po-
trebbe fiare la vita degli uomini, gli apparati e la pompa , esse
sarebbero fiate come un certo :che di sciocco e di scimunito ■
Neil' alzare gli occhi al cielo , e nel riguardare le maravigliose
opere di Dio, ci maravigliamo più di lui, per le cose belle che
noi veggiamo , che per 1' utilità che ne risentiamo. Ma perchè
vado io dicendo limili cose ? La natura fiessa non cessa mai di
scherzare per diletto di bellezza, e lasciando 1' altre cose indietro,
batta osservare quel che essa fa nel dipignere i fiori .

Che sé la bellezza si desidera in cosa alcuna, 1' edisicio ve-
ramente è una certa cosa, che non può fiare senza essa in verun
, modo '
loading ...