Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 260
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0286
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO SESTO

Finalmente non essendosi lasciata indietro veruna cura e di-
ligenza nell'edisicare , ne divenne tanto eccellente quest' artcj
edisicatoria, che non vi fu cosa alcuna tanto segreta, tanto asco-
sa , e tanto riporta, che non. s'investigasse, e non uscisse fuori e ve»
nisse a luce , mediante la volontà di Dio , e non ripugnandovi
l'arte. Imperocché avendo l'arte edificatoria il suo antico seggio
in Italia, e masiimamente pretto de' Toscani ( de' quali oltre di
que' prodig; che si leggono dei loro Re , de' loro Iaberinti o
de'loro sepolchri, si trovano ancora serini antichissimi ed approva-
tisiìmi, che ne insegnano il modo del fare i tempj, secondo che
usavasi pressb di loro anticamente ) avendo, dico, il suo antico
seggio in Italia, e conoseendosi d'esiervi ricercata con grandissi-
ma istanza , pare che quest' arte si sforzasse quanto più potea >
che quell'impero del mondo , che era onorato da tutte l'altre vir-
tù , diventasse, mediante i di lei ornamenti, ancora più maravi-
glioso . Adpnque ess'a diede di sé piena cognizione e notizia, te-
nendo per cosa brutta che il capo del mondo e lo splendore del-
le genti potesse esser pareggiato nella gloria delle opere da quei
paesi che avesie d' ogni altra lode di virtù superati. A che fare
racconterò io qui i portici, i tempj, i porti, i teatri e le gran-
dissime opere delle stufe, nel far le quali cose sono fiati tanto
maravigliosi, che alcuna volta quei medesimi che le vedeano tut-
tavia in essere sra i dottisiimi architetti forestieri negavano chej
foste possìbile il farle .' Che più ? dirò solamente, che neppure
nel far le fogne sopportarono che vi mancasse la bellezza, e de-
gli ornamenti si dilettarono di maniera , che per questo conto so-
lo pare che tenessero per cosa bella speudere prodigamente lo
forze dell' impero, cioè nell'edisicare per aver dove comodamen-
te potettero aggiugnere ornamenti.

Sicché dagli esemp; de' passati , da quel che ne insegna-
no coloro che sanno , e dal continuo uso si è acquistata intera.)
cognizione di far le opere maravigliose, e da quella cognizione

siso-
loading ...