Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 306
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0332
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
3o« LIBRO SETTIMO

vedesse mai alcuna fessùra . Quello ci- verrebbe comodissimamente
fatto , le noi ci seryissimo del regolo de' Dorici , simile al quale
tisava dire Ariflotile che bisognava fosse la legge, perciocché esso
era di piombo, e 11 piegava ; ed avendo elsi pietre durillime', e
difficili a maneggiare , per risparmiare spesa e fatica, non le la-
voravano tutte in squadra, ma le muravano con ordini incerti,
purché ciascuna posasse bene ; perchè elsa era cosa faticosiiììma
oltre modo il maneggiarle, e porle appunto come si sarebbe do-
vuto ne' luoghi convenienti . Con quello regolo adunque che si
piegava, cingevano il canto e i lati della pietra già murata, alla
quale aveano ad accodare 1' altra , e del regolo cosi piegato si
servivano per centina de' sassi che doveano riempire i vani degli
altri già murati , per conoscere con facilità i luoghi , ne'quali
potessero comodamente mettere le pietre, che alle già murate si
aveano ad accollare . Oltre di quello per rispetto di una certa ri-
verenza e dignità , vorrei che dentro e fuori attorno alle mura vi
fosfe una larghilsima strada, la quale si consagrasse alla pubblica.,
libertà, e che non potesse essere impedita da uomo di qualsivo-
glia sorte né con fosib , né con mura , né con fìepe, né con ar-
boscello alcuno senza gran pena. Ma torniamo a' tempj.

Il primo che fabbricante tempj, trovo io che in Italia fu il
Padre Giano, epperò gli antichi aveano per usanza di comincia-
re sempre da Giano i prieghi de' loro sagrificj . Alcuni vi sono ,
che dicono che in Creta Giove fu il primo che fabbricasse. tem-
pj , e per quello aveano opinione, che Giove forsè il primo dio
da essere adorato . In Fenicia , dicono che Usone fu il primo che
erigerle simulacri al fuoco e al vento, e che edificasse tempj. Al-
tri dicono , che Dionisio , cioè Bacco andando in India nuovo ,
e forelliere, non trovando in quelle regioni veruna città, poiché
vi ebbe fatte le città, vi fece ancora i tempj, e vi ordinò certi
modi di religione. Altri dicono che in Acaja, Cecrope fu il pri-
mo che edificasse il tempio alla dea Opi, e gli Arcadi I' edificasse-

ro
loading ...