Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 308
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0334
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
jo8

LIBRO SETTIMO
CAPO III.

Con quanto ingegno, cura e diligenza si debba collocare un

tempio ed adornare, a quali di], e dove si abbia a porre

e di' -jarj modi de' fagrisicj.

IN tutta 1' arte del fabbricare non è cosa alcuna dove bisogni
avere maggiore ingegno , cura, indurirla e diligenza , chej
nel porre ed adornare un tempio ; perchè Iasciando ilare che un
tempio ben fatto e bene adorno sia veramente il maggiore e il
principale ornamento che abbia una città, dessb certo è pur ve-
ramente la casa di Dio ; e sé noi adorniamo e pariamo delicatissì-
mamente le case dove hanno ad abitare i Re e gli uomini grandi,
che farem noi a quelle del supremo Dio , sé vogliamo che invo-
cato accetti i nostri sagrisicj , ed esaudisca le nostre preci e Iej
nostre orazioni ? Imperocché sebbene Iddio non istimi quelle cose
caduche dagli uomini tanto stimate , si muoverà nondimeno dalla
purità delle cose splendide, e da quella venerazione e riverenza,
che si avrà verso di lui ; e certamente per indirizzare gli uomini
alla pietà, sono molto a proposito i tempj , i quali dilettino som-
mamente gli animi, e gli intrattengano con grazia e maraviglia
di sé stessi . Usavano di dire gli antichi che allora si rendeva ono-
re alla pietà quando si srequentavano i tempj . Perciò vorrei io
che nel tempio veramente fotte tanta bellezza che non sé ne po-
tette immaginare in verun altro luogo alcuna maggiore , e vorrei
che fosse da ogni parte cosi ordinato , ciré porgesse a que' chej
vi entrano flupore e spavento , per la maraviglia delle cose de-
gne ed eccellenti, sicchè a gran pena si ritenessero , che non di-
cessero con maraviglia alzando la voce : quello' certo è luogo
degno di Dio . Straberne dice che i Milesj fecero il tempio tanto
grande , che per la grandezza non lo poterono cuoprire di tet-
to ; il che io non approvo . I Samj si gloriavano di avere un_>

tem-
loading ...