Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 317
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0343
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DEGLI ORNAMENTI DE'TEMPJ ji7

maggiori vollero che essa si alzane per la settima parte , e ne' gran-
dinimi per la nona .

Il portico di siia natura è fatto di un solo e continuato mu-
ro, e dagli altri lati coi vani aperti concede largo palsaggio. Bi-
sogna però considerare di che sorta di vani ti vuoi servire ; per-
ciocché vi è una sorta di vani di colonnati, dove le colonne si
mettono alquanto più dittatiti e alquanto più larghe, e un' altraj
dove si mettono più vicine e più serrate 1' una cols altra. L'uno
e 1' altro modo ha i suoi difetti ; perciocché ne' colonnati più ra-
di sopra i gran vani sé tu vuoi mettere un architrave si spezza nel
mezzo, e sé tu vi vuoi fare un arco, non si accomoda così fa-
cilmente sopra le colonne ; e ne' colonnati più spessi s'impedi-
rono le vie, le vedute e i lumi. Quindi si è ritrovato un terzo
modo sra quelli mezzano, che si chiama eccellente, che provve-
de a' difetti di questi, serve alla comodità, ed è più che gli altri
lodato . Potevamo di quelle tre sorti rimaner sodrfisfatti ; ma_>
l'indurirla degli architetti e de' maestri ne ha aggiunte due altre
sorti, le quali io giudico nate forsè perchè alcune volte mancan-
do loro la quantità di colonne necessaria per la larghezza dellaj
pianta si dirottarono da queir ottima mediocrità , e fecero i va-
ni più larghi, e quando per avventura aveano abbondanza di co-
lonne, parve loro, di metterle più folte . Cosi cinque sono le
maniere degli intervalli fra colonna e colonna, i quali chiame-
remo rado , spefj'o, eccellente, men rado , pia fpeffo •'

Oltre di quello credo ancora eh' egli accadesse che i mae-
flri per non avere in alcuni luoghi comodità di lunghezza di pie-
tre fòttero forzati a fare le colonne più corte, e conoseiuto che
quella loro opera cosi incominciata non avea del grazioso , fece-
ro sotto dette colonne muricciuolì per avere quell'altezza dell'ope-
ra che fotte decente ; perciocché dalla considerazione delle fab-
briche aveano ritrovato che le colonne ne'portici non hanno gra-
zia sé eds non sono fatte con proporzionata misura di grosfezza

e di
loading ...