Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 339
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0365
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DEGLI ORNAMENTI DE' TEMPJ 33<>

ma si vestirà di varj ornamenti. Dell' adornare le mura de' tem-
pj sagri altri altrimenti hanno giudicato . A Cizico in Asia vi fu-
xono alcuni che adornarono le mura del tempio con pietre pulitis-
sime, e nelle commettiture sra 1'una e altra misero oro madie-
ciò . In Elide al tempio di Minerva dicono che il fratello di Fi-
dia fece un intonaco con calcina spenta con zafferano e latte. I
Re di Egitto cinsero attorno il sepolcro Simandio per sotterrarvi
le concubine di Giove , di un cerchio di oro alto un cubito , cioè
tre quarti di braccio, e di.circuito di cubiti trecento ìessantacin-
que, acciocché in ognuno de'cubiti poterle iscriversi un giorno
dell'anno. Altri fecero il contrario . Cicerone seguendoT opinio-
ne di Platone , giudicò che forsè bene avvertire con legge i suoi ;
che iàsciàta da parte ogni sorta e ogni delicatezza di adornamen-
ti ne' tempj, & ingegn.assero di averlo prima di ogni altra cosa_>
candidissimo ; badando nel redo di farlo di una gioconda.-pulitez»
za. A me certo si persuaderìa facilmente, che a Dio ottimo fosse
cosa gratissìma la purità e la semplicità del colore, siccome gli è
la purità della vita ; e non è certamente cosa conveniente che
ne'tempj vi sieno cose, che sollevino gli animi degli uomini dai
pensieri della religione, e li volgano a varj piaceri e dilettazioni
de' sensi . Ma io penso bene che colui sarà molto Iodato , il quale
e nelle cose pubbliche e ne'tempj sagri, purché non si diseosti
punto dalla gravità, voglia che le mura, le volte e il pavimento
sieno con ogni indudria e arte fatti e adorni , eccellentissimamen-
te bene, e principalmente da dover durare quanto più è possibi-
le . Perilchè gli intonachi di dentro sotta i tetti saranno molto
lodati di marmo , o di smalto, o piani o di rilievo . Ma la cor-
teccia di fuori, secondo che tisarono gli antichi , sarà lodata sé
la farai di calcina e di sigure , e nelP una e neh" altra avrai av-
vertenza grandisiima di porre le tavole e le sigure in luoghi e se-
di convenienti . Ne' portici si accomodano molto eccellentemente
in pittura le memorie di uomini grandi . Ma dentro nel tempio

a me

L
loading ...