Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 343
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0369
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D'EGLI ORNAMENTI DE'.TEMPJ 343

o- , —"■—■—**"———"TSO

Hanno certamente le volte i loro adornamenti. tisarono gli
antichi di trasferire nelle cupole tutti quegli adornamenti , chej
gli oresici faceano nelle tazze de' sagrificj, e quelli che si tisava-
no nelle coltri che si tengono su per i letti, li trasportarono nel-
le volte a spigoli e in quelle a botte . Quindi si veggono scom-
partimenti di quattro e di otto sacce , e limili tirati per le vol-
te con angoli uguali, e coti linee equidiflanti, e con diritture.)
di linee, e con cerch;, (compartite tanto bene, che non è possi-
bile aggiugnervi cosa alcuna per farle più graziose . Faccia que-
llo al nossro proposito che gli adornamenti delle volte senza dub-
bio sono cosa degnislìma , sì quelli che in molti altri luoghi quali
per tutto si veggono, si quelli malTìmamente che sono nella Ro-
tonda fatti di sfondati, i quali in che modo sé li facessero non si
trova scritto . Io ho usato di sarli in quello modo con poca fati-
ca e con poca spesa . Disegno i lineamenti delle forme , che io
voglio , sopra 1' armatura della volta di quattro, di sei o di otto
facce , e dove io voglio che le volte sfondino , alzo sino a quel-
la determinata altezza mattoni crudi murati con terra in vece
di calcina; sicchè murate quelle cose come monticeli! sopra il
dorso dell' armatura, vi getto poi sopra la volta di mezzane cor-
te e calcina , usando diligenza , perchè dove sarà la volta più
lottile per ragione di quelli sfondati, ella si congiunga bene e si
leghi colle parti della volta più grolle e più gagliarde . Fatto
che la volta ha poi la presa , e che si levano le armature, cavo
dal saldo della volta quei monticelli di loto e di mattoni crudi,
che vi avea da prima accomodati, e in quello modo mi rieseono
le forme degli ssondati in quella maniera che io avea disegnato.
Torniamo' ora al proposito nostro.

. A me piacerebbe grandemente quel che scrive Varrone , che
nella volta fossè dipinta la forma del cielo e una' (Iella mobile,
che colla sua lancetta dimoilrasse qual'ora folle del giorno , e che
vento ancora tirarle dal lato di suori : certo che sidane cose mi

A a a piac-
loading ...