Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 359
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0385
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DEGLI ORNAMENTI DE'TEMPj

loro vittoria, e cosi separavano e difìinguevano le già vinte Pro-
vincie dalle altre . Di qui son nate le piramidi, le colonne, tu
limili altre cose, che servono per sogno delle cose avvenute. Di-
poi volendo riconoscere Dio per le avute vittorie gli consàgra-
rono una parte della loro preda, gli dedicarono le pubbliche al-
legrezze, donde ne nacquero gli altari, le cappelle e siffatte cose,
le quali facessero a tal proposito .

Deliberarono ancora che fosse bene provvedere al nome ed
alla posterità, e si affaticarono di contrariare F effìgie degli uo-
mini talmente , che si conoscessero e si manifestassero le virtù lo-
ro predo le future generazioni . Di qui andarono ritrovando Io
spoglie, le statue, i titoli ed i trofei , acciocché sérvissero aj
spandere per. il mondo la fama - loro . I loro discendenti poi,
non sole quelli, che in alcuna cosa aveano giovato alla patriaj
loro , ma anche i felici e i più fortunati, per quanto hanno po-
tuto , secondo il potere delle loro ricchezze li sono andati imi-
tando . Ma nel far. quelle cose diversi diversamente con -diversi
modi si sono affaticati. Bacco nella sine del suo viàggio nel!* In-
dia, pose per suoi termini pietre molto spesse per ordine, e. al-
beri grandinimi coi pedali vediti di ellera . Vicino a Lisimachia
vi era. un grandisfimo altare portovi dagli Argonauti, nel passare
che di quivi fecero. Pausania a Ippari sui mare maggiore collo-
cò un vasodi bronzo grasso sei dita che teneva 600. anfore Ales-
sandrò oltre al mare Oceano vicinò al siume Alceste dirizzò do-
dici altari di grandilsime pietre riquadrate , e vicino al siumej
Tanai einse tutto lo spazio degli alloggiamenti del suo~ esercito di
rrmrò,:opera di sessahta stad; cioè miglia sette e mezza . Dario
essendosi ^accampato presso agli Ótrisj sui siume Arteseroo co-
mandò a'suoi soldati iche ciascupo gittasse in diversi cumuli un_>
sasso T un sopra l'altro, acciocché questi essendo allaissimi e gran-
dinimi veduti poi da'posteii gli avessero a indurre a maraviglia .
Sesostri nelle sue guerre onorando coloro, che come uomini va-

C e e lenti
loading ...