Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 370
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0396
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
370 LIBRO OTTAVO

Ordinava la legge delle dodici tavole di non sotterrare o
non abbruciare alcuno nella città; oltre di che vi era una legge
antica del Senato, che non si potette sotterrare alcun morto den-
tro alle mura della città, salvo le vergini vestali e gli Imperato-
ri , che non erano compresi da tal legge . Dice Plutarco , che ì
Valerj e i Fabrizj per loro onore potevano esiere sotterrati sullaj
piazza, ma i loro posseri, avendoli messì in cotal luogo, Cubito
datovi colla fiaccola il fuoco li portavano via , volendo dimo-
strare che poteano ciò fare , ma per modestia noi voleano . Per
il che accomodavano i lor sepolcri alla campagna in luoghi adat-
tati, lungo la ftrada, e faceano, per quanto portavano le ric-
chezze loro e l'arte degli architetti, che fossero quanto più po-r
tevano pieni e colmi di ornamenti . Erano per quello innalzati
con disegno grandissimo, non vi mancava gran copia di colonne,
risplendevanvi le cortecce delle facciate , rendevanvi delicatezza
ie ftatue, le sculture e le tavole dipinte , vedeanvisi tette di bron-,
20 e, di marmo fatte con artisicio eccellentisiìmo ; e con quefta
nsanza quanto quegli uomini prudentissimi certo giovassero e alla
repubblica e a' buoni cottami, sarla lungo a dirti. Dirò con bre-
vità solamente quelle cose che fanno al nostro proposito . Chej
pensi tu che facessero i viandanti nel parlare per la via Appia, o,
per qualch' altra via inaefsra, trovandole tutte piene maravigliosa-
mente di una moltitudine di sepolcri ? Non credi tu che averterò
piacer.grandissimo, osferendoli loro innanzi agli occhi or quello,
or.quello, e poi quell'altro , e più là un altro di quelli sepol-
cri , ornatissimi oltre misura , mediante i quali riconoscevano ì
nomi e l'effigie de' loro famosi cittadini ? Non ti par egli che
da sì gran .moltitudine di mèmorie.delle cose antiche, non nascesse
grande occasione di potere ragionare delle gran cose fatte dagli
uomini grandi , e di potere alleggerire il : fastidio del viaggio, e'
di accrescere dignità alla città di Roma?

Ma quello era il meno ; perciocché egli era molto più d'im-
= h : : I por-
loading ...