Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 372
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0398
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
372

LIBRO OTTAVO

CAPO IL

Be' varj modi de'fepolcri , e del seppellire.

MI piace di non lasciare in quello luogo indietro tutte quel-
le cose , che mi pare sieno a dirli circa i modi de' Sepol-
cri ; poiché pare che elsi quali si accollino all' essere di edificj
pubblici, essendo consagrati alla religione. Dove tu hai a sotter-
rare i morti, dice la legge, fa che sia luogo Sagrato , e noi pu-
re abbiamo la medesima credenza , cioè che le cose de' sepolcri
si appartengano alla religione . Pertanto dovendoli la religionej
anteporre a tutte F altre cose, io penso che sia bene , ancorché '
(ien quelle cose appartenenti a' privati , trattar di esse prima di
parlare a trattare delle cose pubbliche secolari . Non vi è flato
mai in alcun luogo gente tanto barbara , che non abbia giu-
dicato esfer bene usare i sepolcri , eccetto che alcuni Ittiofa-
gi nelle ultime parti dell' India , i quali si dice , che erano so-
liti a guisa di barbari, gittare i corpi de' morti loro nel mare,
affermando che importava poco che i d'etti corpi si consumasse-
ro col fuoco o coli'acqua. Gli Albani ancora tenevano che forte
cosa brutta tener cura de' morti, e i Sabei tenevano cura de'cor-
pi morti , come dello Aereo , anzi usavano gittare fra le im-
mondezze ancora i corpi de' loro Re . I Troglottidi legavano il
capo e i piedi del morto insieme, e con celerità Io conducevano
fuori ridendo e seerzando, e senza aver rispetto più ad un luo-
go che ad un altro lo sotterravano, e ponevangli alla tessa un_>
corno di capra . Ma chiunque avrà dell' umano non li loderà
certamente . Altri sì pressb de' Greci, come ancora prelso degli
Egizj usarono di fabbricare sepolcri non che a'corpi degli amici
loro, ma a' nomi ancora , la qual pietà veramente è degna di
lode . Io penso che principalmente meritino lode quegli Indiani,
che dicevano che quelle erano memorie eccellentilsime, le qua-
li
loading ...