Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 393
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0419
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DEGLI EDIFICJ PROFANI

poteva andare dal palazzo ad un'altra casa porta incontro oltre
il fiume . Ma siaci lecito di non credere ogni cosa agli istorio-
grasi Greci. Torniamo al nostro proposito.

Le porte si adorneranno non altrimenti che gli archi trion-
fali , de' quali parleremo più inanzi. Il porto si adornerà coro
farvi attorno Iarghissime logge rilevate da terra , e con un tem-
pio celebratisiìmo , alto e bello , e inanzi al tempio piazze spa-
ziose, ed in esse bocche statue grandissime , siccome le ne veg-
gono in molti luoghi, e siccome erano quelle tre di Rodi, mes-
sevi, secondo che dicono, da Erode. Dagli istorici è celebrato il
Molo di Samo , che nel porto dicono era alto cento venti pie-
di , e che si disendeva nel mare per due ottavi di miglio. Que-
lle cose adunque adorneranno il porto, sé saranno fatte eccellen-
temente, e di materia non vile.

Ma la firada dentro alla città, oltre a che bisogna che siaj
ben lastricata e pulita grandemente , diverrà molto più bella , sé
vi saranno portici fatti per tutto ad un modo , e casamenti di
qua e di là tutti tirati ad un silo , e non alti più V uno chej
1' altro. Le parti della firada che si debbono più adornare , so-
no il ponte , il riscontro di più firade e lo spettacolo , il quale
spettacolo non è altro che una piazza con gradi attorno . Co-
mincerò adunque dal ponte, essendo elso principalmente una po-
tissima parte di firada . Le parti del ponte sono le pile , gli ar-
chi e il lastricato . Sono ancora parti del ponte, la firada del
rnezzo , per la quale passano le beflie , quei piani di qua e di là
rilevati , su per i quali passano i cittadini togati , ed inoltro
le sponde, ed in alcuni anche i tetti, come ne avea già il pon-
te più di tutti gli altri eccellentillimo della mole di Adriano, co^
sa certo degna di memoria , le reliquie del quale soleva io riguar-
dare non senza gran riverenza. Esso dunque era coperto di un_.
tetto che era retto da quarantadue colonne di marmo , con ar-
chitrave , sregio e cornice, coperto di bronzo, e adornato mara-
G g g 2 viglio-
loading ...