Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 426
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0452
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
42<5 LIBRO NONO

no approvati coloro che aveano ordinato per legge, che nessuno
comprasse pitture di veruna sorta più belle di quelle che si tro-
vavano ne' temp; degli dij dipinte dagli antichi, non volendo poi
che ne' tempj si usasse altra pittura che quella , che un sol pit-
tore potesse fare in un giorno . Voleano inoltre che le statuej
degli dij si fàcessero solamente o di legno, o di pietra , e che il
bronzo e il ferro si lasciasse per i bispg'ni della guerra , della qua-
le erano instrumenti. Demoitene lodava molto più i costumi degli
Ateniesi antichi, che non facea quelli di coloro che vivevano al
tempo suo; poiché quelli, diceva egli, aveano lasciata un'infi-
nità di edificj pubblici , e massime dì tempj tanto magnifici ej
tanto bene adornati, che non era possibile di poterli superare ;
ma avean fatti gii edisicj privati con tanta modestia , che le case
de'più onorati cittadini non erano molto dissimili da quelle de'cit-
tadini più mediocri. Quindi, cosa rara fra i mortali, par che essi
ottenessero di superare l'invidia colla gloria .

Ma a' Lacedemoni non parea già che costoro fossero da es-
ser molto lodati, poiché essi aveano abbellita la lor città pintto-
sso colla mano degli artefici , che colla gloria delle cose, e pà-
rea loro di meritare, più lode per avere adornata la città loro dì
virtù più che di mura . Non era lecito presso di loro , secondo
le leggi di.Licurgo , ayere i palchi lavorati altrimenti che collaj
scure, e le porte altrimenti che colla sega . Avendo Agesilao ve-
dute in Asia alcune travi riquadrate nelle case , sé ne rise , e di-
mandò, sé per avventura fossero nate quadre , non le avrebbero
forsè fatte tonde, e con ragione certamente ; poiché ei pensava_>
secondo queir antica modefiia de' suoi , che le case de' privati si
dovessero edificare secondo la necessità , e non secondo la maestà
o la delicatezza . Nella Germania a' tempi di Cesare si avea av-
vertenza di non edificare, e. massime in villa troppo accuratamen-
te , acciocché quindi non nascesse tra i cittadini alcun litigio per
ildesiderio di emulare le cose d'altri. Valerio, avendo in Roma

vici-
loading ...