Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 428
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0454
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
4I8 LIBRO NONO

<* - . . me

blicd , e ad esser le prime , per ricevere gratamente quei che vi
verranno ad alloggiare , come la facciata, il Vestibolo e Amili ,
sieno molto più onorate. E sebbene io teiiga che coloro sieno da
esser biasimati, che escon. troppo fuori di misu.ra , nondimeno
credo che sieno da esser molto più vituperati coloro ,, che avran-
no edificato con spesa grande in maniera, che la loro fabbrica-»
non si possa adornare, che coloro che nelle loro fabbriche.han-
no voluto ornamenti di troppa spesa . Chi vorrà, però bene av-
vertire e considerare il vero e certo adornamento degli edificj, cq-
noscerà certamente che elso cqnsiste non tanto nella spesa dell' ope-
ra, quanto nel disegno che dall'ingegno si cava. Credo che ehi
sarà savio non vorrà nel fabbricare le sue case private, farle con
troppa sontuosità differenti dalle altre, e si guarderà di non pro-
vocarli contro l'invidia per la troppa lpesa, o per la troppa osten-
tazipne ; ma non vorrà neppure esser superato in alcun luogo da
veruno, né in diligenza di artefice , né in consiglio, né in giu-
dizio, sicchè tutto lo scompartimento e la. convenienza del dise-
gno sia grandemente lodata ; e quello modo di adornare le fab-
briche private è il principale e il più eccellente . Ma torniamo
al fatto riostro..

La casa regale, e la casa di colui, che in una città libera.)
sarà o senatore, o magistrato di quella, sarà la prima che tu de-
sidererai che sia la più bella e la più adorna di tutte le altre . In
quella casa, in quanto a quella parte, nella quale essa si assomi:
glia agli edisicj pubblici, io ho detto di sopra come essa si ha_>
ad adornare. Ora dunque parleremo del modo di adornare quel-
le parti che spettano all' uso de' privati. Io vorrei che il vestibo-
lo fosse secondo il grado di ciascuuo, .onestissimo e splendidilli-
mo. Sianvi dipoi bellissìmi portici, né vi manchino spazj magni-
fici , e finalmente piglinsi i disegni dagli edificj pubblici, per
quanto però la cosa lo. permetta, di tutto quello che la possa fa-
re ornata e degna , con quella modestia .però eh' è necessarià,

per-
loading ...