Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 439
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0465
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DEGÙ EDIFICI PRIVATI 439

CAPO IV.

Con quaì pitture, con che frutti, e con quai forti -di Jlatuc

si debbano adornare le ca/e de'privati, i pavimenti,

i portici, le altre fanne e i giardini .

VI sono oltre di quelli ancora altri ornamenti per accomo-
darli alle case de'privati da non Iasciarli indietro . Dipin-
gevano gli antichi ne'pavimenti de'portici, laberinti quadri o
tondi, nei quali i fanciulli si esercitassero. Io ho veduto ne' matto-
nati dipinta dell' erba campanella , colle cime a guisa di ondo
molte sparse all' intorno . Vedesi chi ha sinto nelle camere intas-
sellature di marmi , tappeti distesi &c. Altri le hanno sparse dì
ghirlande e di ramoscelli. Lodali l'invenzione di quel!' Olì, che
mattonò il pavimento a Pergamo , nel quale apparivano i rima-
nagli avvanzati ad una cena, lavoro certo non inconveniente in_,
una sala da mangiare . Giudico che Agrippa facesse molto bene s
il quale mattonò i pavimenti di terra cotta . Io ho in odio laj
sontuolìtà , e mi diletto di quelle cose che sieno invenzione d'in-
gegno , ed abbiano del grazioso e del dilettevole .

Nelle cortecce delle mura non vi si mette pittura pili grata,'
né da vederli più volontieri, che quella che dimostri colonnati
di pietra. Tito Cesare avea messo per le mura de' portici, per i
quali solevà palleggiare, pietre Fenicie , che col loro splendorej
riverberavano tutte le cose come uno specchio. Caracalla Impe-
ratore dipinse ne' tuoi portici le cose memorabili e i trionsi del
padre. Severo ancora fece il limile. Agatocle non vi dipinse lo
cose del padre, ma le sue proprie . Presso de'Persiani non era.»
lecito, secondo la loro antica legge, dipingere o fare scolpire co-
sa veruna, salvo le siere uccise dai loro Re . Certamente che le
gran cose e degne di memòria fatte dai cittadini, e l'esfigie loro
ancora scaranno e ne! portici- e nelle tale molto bene e molto con-
N n n venien-
loading ...