Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 445
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0471
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DEGLI EDIFICI PRIVATI 445

"■ a

lo e determinarlo bisogna imitar la natura . Andiamo dunque in-
vestigando onde nasca che ne' corpi prodotti dalia natura alcuni
sono belìissimi, alcuni men belli , ed. alcuni brutti e deformi .
Ella è cola manifesta , che in tutti quelli che sono tenuti belli,
non son tutti i membri latti in modo, che non sieno punto fra_>
loro differenti, che anzi conosciamo enervi impresso ed infuso
in quella parte appunto , nella quale noti si somigliano un cer-
to che, per cui sebbene sono disiìmiii , nondimeno noi li ten-
ghiamo l'uno e 1' altro per graziosi . Vi sarà alcuno per es. che
desidererà di avere una fanciulla , che sia di corporatura delicata
e magretta; colui presso Terenzio anteponeva alle altre fanciulle
quella che era di carnagione più soda e più compierla. A te for-
sè piacerà di avere una moglie che non paja strutta 7 come un
ammalato , né anche talmente complessa di membra , che paja un
contadinaccio rozzo da fare alle pugna ; ma vorresti che (ì tro-
vane in lei una convenevole forma , secondo che conveniente-
mente si potrebbe avere, sé si dasse ali1 infermo quel che II po-
tria levare 0 togliere al contadino . Ma perchè ti piacerà più que-
lla che. queir altra, giudicherai tu per quello che l'altre non sie-
no belle 0 gentili ? Nò certamente ; giacché può darsi che a fa-
re che quella più che le altre ti piaccia , vi concorra qualcho
cosa, che io ora non vuò ftare a ricercare. II giudicare però,
che tu farai che una cosa sia bella, non uascerà dall'opinione,
ma da un discorso e da una ragione che avrai innata insiemo
coli'anima, il che si vede esser cosi dal non trovarli veruno che
guardando le cose brutte e malfatte , non si senta da esse subito
offendere , e non le abbia in odio. Donde si desti, e donde ven-
ga quello conoscimento dell' animo , non ricerco io ora così pro-
fondamente , volendomi contentare di considerare ed esaminare
quel tanto che fa al nostro proposito nelle cose che per loro stesse
ci si offeriscono.

Certamente che nelle sigure e nelle forme degli edisicj vi è

un
loading ...