Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 447
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0473
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DEGLI E D I.F I C J PRIVATI 447.

oe

tutti i'modi degli uomini, ed essendole sottoposte tutte le' cose.
Tutto quello certo che produce la natura, tutto ij modera secon-
do gli ordini della leggiadrìa. Non ha certamente Audio alcuno
maggiore la natura, che il fare che le cose eh' essa produce sie-
no perfettamente sinite; il che non verrìa fatto sé sé ne levasso
la leggiadrìa , poiché il principale consenso delle parti vi man-
cherebbe. Ma sia di quelle cose detto abbastanza , le quali eden-
dò certe e. chiare, come diffatti sono, polliamo stabilire in que-
fto modo ; Che la bellezza fia un certo consenfo e concordanza-*
delle partì in qualsivoglia co/a, in cui dette partì si ritrovano,
la qual concordanza si fia avuta con certo determinato numero , si~
nimento e collocazione, nel modo che la leggiadrìa, cioè il prin- ■
cìpale intento della natura ne ricercava.

Quello è quel che vuole grandemente II architettura ; con_j
quesso si procaccia essa dignità , grazia ed autorità, e per quello
è in pregio . Per Io che conoseendo i nostri antichi dalla naturaj
delle cose , che tutto quello che io ho detto di sopra , era in fat-
to così, e non dubitando punto , che traseurando rimili cose, non
poteva in modo alcuno intervenir loro di far cosa alcuna che fosse
o lodata, o onorata , giudicarono che bisognasse cercare d'imi-
tare la natura ottima artefice* di tutte le forme, e per questo an-
darono raccogliendo per quanto poterono colla loro indurirla lo
leggi, le quali essa aveva usate nel produrre le cose, e le tras-
portarono alle cose da edisicarli. Considerando adunque quel che
la natura usasse circa il corpo intero , e circa qualunque delltu
sue parti, conobbero da'primi princip; delle cose , che i corpi
non erano comporli sempre di parti o membri eguali, per il che
interviene che i corpi sono prodotti dalla natura alcuni più sotti-
li, alcuni più gi'ossi ed alcuni mediocri; e considerando inoltre
che un edisicio era differente dall' altro, mediante il fine per cui
era fatto, ed il bisogno a che aveva a servire, .siccome ne'passa-
ti libri dicemmo, bisognava per quello che si facessero variati.
O o o Laon-
loading ...