Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 448
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0474
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
44S LIBRO NONO

Laonde così avvertiti dalla natura, trovarono tre maniere di ador-
nare le case , ed imposero a queste i loro nomi, cavati da quei
i quali o di queste, o di quelle più si dilettarono, o per avven-
tura da quei che le trovarono i primi. Uno di questi fu più piena-
mente atto alla fatica , e al durar quali eterno , il quale chiama-
rono, dorico ; un altro più sonile e piacevole Io chiamarono co-
rintio , e un mediocre quali comporlo dell'uno e dell'altro, e lo
chiamarono ionico . Sicché intorno al corpo intero andarono ritro-
vando limili co sé.

Dopo queste, avendo consederato che quelle tre cose , .che
noi dicemmo, conferivano molto a conseguire la bellezza, cioè
il numero, il finimento e la collocazione, come queste tre cor
sé le avessero ad tisare , lo determinarono cols esamtnare le opere
della natura , cavandone i princip;, secondo eh' io penso da que-
llo . Imperciocché intorno al numero , conobbero la prima cosa
che elso era di due sorti , cioè pari e dispari , e si servirono
dell' uno e dell' altro , ma in un luogo dell' uno, ed in un altro
dell' altro. Così negli osiami degli edisicj , cioè nelle colonne,
nelle cantonate e limili seguitarono la natura non ponendole mai
sé non pari, poiché tu non troverai mai animai veruno che stia
fermo, o che vada coi piedi in numero dispari . Ma i vani per
lo contrario non posero mai sé non impari, poiché egli è mani*
feflo che la natura, ancorché essa abbia fatto negli animali mu
orecchio di qua. ed uno di là , due ocebj e due narici &c. nel
mezzo però collocò un vano solo e più largo , cioè la bocca.

Fra questi numeri o pari, o dispari ve ne sono alcuni che
alla natura sono più famigliari che gli altri , e più celebrati pres-
sp de' savj ; e questi sono stati tisati dagli architetti come loro pecu-
liari, per questo conto massimamente , perchè pare che elsi abbia-
no in loro un certo che, per cui debbano essere stimati degnilsimi.
-Imperocché tutti i filososi asfermano che la natura da principio con-
sitte in numero ternario, e il numero quinario , quando io vado

esa-
loading ...