Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 468
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0494
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO NONO

tanto maravigliati, che nell' andarsene ancora non si rivolgano in-
dietro a riguardarle di nuovo ; e che avendo ben considerato il
tutto, non trovino in tutto il lavoro cosa alcuna in verun luogo,
che non fìa eguale e corrispondente, e che non convenga con_.
tutti i numeri alla grazia e alla leggiadria.

Tutte queste cose & penseranno e si esamineranno comoda-
mente per mezzo di modelli . Né {blamente è di necessità pre-
vedere ed ordinare con detti modelli quelle cose che tu hai ad
incominciare, ma quelle ancora di cui tu hai ad aver bisogno nel
mettere in esecuzione, acciocché dato principio alla fabbrica tu
non abbi a dubitare, a variare, o a soprassedere ; ma preveduto
il tutto prettamente , e con un certo ordine determinato si ab-
biano pronte alle mani tutte quelle cose , che raccolte e messe in-
sicine, sono atte , pronte ed-accomodate . Quelle sono pertanto
quelle cose, che bisogna che l'architetto abbia premeditate con_,
consiglio e buon giudizio . I difetti che nascono nell' esecuzione
manuale non accade replicarli . Per evitarli badi bene 1' archi-
tetto che i maestri adoperino bene i lor piombi, i loro archipen-
doli, i loro regoli e le loro squadre.; che murino in tempi con-
venienti , in tempi convenienti si riposino , e a tempo ritornino
al lavoro ; che servansi di cose pure, non corrotte, non meschia-
te , salde, sincere, comode, preparate, gagliarde, e scompar-
tiscanle ai loro luoghi atti e convenienti, acciocché esse stieno di-
ritte , giacenti, bocconi, colla fronte ; col fianco o aperto, ó
largo , secondo che e l'uso e la natura di ciascuna cosa richiede.

CAPO
loading ...