Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 469
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0495
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DEGLI EDIFIC] PRIVATI 4<?<,

CAPO X.

Quali fieno le enfi , eie principalmente ha bìsognv - ■
ài consìierare un architetto , e quali Jia
Ai mcejpth eh' egli fapsia.

MA acciocché l'architetto nel procurare , ordinare e man-
dare ad esfetto quefle cose,. si possa portare egregiamen-
te , e secondo sé gli spetta , vi sono alcune cose da non doverli
da lui traseurare . Egli ha da esaminar bene che peso si pigli so-
pra le spalle, che professione: éi faccia,, quaT uomo voglia esser
tenuto,. a che impresa ei si metta , e quanta lode, quanto gua-
dagno , quanta grazia ,. e quanta fama predò ai pofìeri sarà per
guadagnare ogni volta che egli abbia ben fatto T'officio suo; sio
come per lo contrario sé avrà- incominciata cosa alcuna ignoran-
temente , senza consiglio, o inconsideratamente, a quanto vitu-
perio , a quant' odio si sottometta, quanto darà da dire , e quan-
to si inoltrerà aperto ,. manifesto e continuo il teiliraoniò- della sua
seiocchezza predo .alla generazione umana . Gran cosa certo è
l'architettura, né è da tutti una si grande impreià ; poiché biso-
gua che sia di grandissimo- ingegno-, studiosissimo ,. abbia ottimaj
dottrina, ed è dinecessità che sia esperrmentato assài, e soprattutto
che abbia purgato giudizio e maturo consiglio , colui che ardisee
di far professione di architetto. Appartieni! all'architettura,, ed è
sua prima lode il giudicare quel che ad ogni' cosa si appartenga.
Imperocché l'edisicare è di necessità; l'edisicare comodamento
nasee dalla necessità e dall'utilità; ma T'avere edificato di ma-
niera:, che i magnifici te ne. lodino , e che i sobrj non te lo
rinfaccino, non può naseere sé non dal sapere di un considerato,
valente e dotto architetto. Oltre a-quello , il fare quelle coso
che sieno comode secondo it bisogno, ed alle quali non dubiti,
che a tenore del sine proporto , ed alle facoltà si possa dar per-

fezio- '
loading ...