Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 471
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0497
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DEGLI EDIFICI PRIVATI

471

primo luogo andrà ricercando quanto artisicio sia.in qualunque
cosa premeditato o segreto , e quel che vi sia di più eccellente e
mirabile perT invenzione, e si avvezzerà a nulla trovarvi di lo-
devole o da eiTere approvato, le non quello che vi fìa del tutto
eccellente e degno di ammirazione; e ciò che in qualunque luo-
go troverà di lodevole , andrà imitando nelle còlè sue , e quelle
cose. che cónoscerà poterli fare più delicate coli'arte e col mo-
derarle , le correggerà e modererà, e quelle che non saranno cat-
tive affatto , si sforzerà col silo ingegno migliorarle , e semprej
con una sottile e continua invesiigazione di cose ottime, deside-
rando sempre cose maggiori eserciterà ed accrescerà l'ingegno
silo, ed in quello modo raccorrà per sé e per le sue cose tutti i
pregj, non solamente sparsi e seminati nelle opere altrui , maJ
nàscotìi e ripulii, per dir cosi,.nell'intime viscere della natura,
introducendo!/' poi con gràndisiimo frutto di gloria nelle ope-
re sue.

Si rallegrerà ancora di aver messb innanzi alcuna sua -bellaj
•invenzione, della quale gli uomini s'abbiano a maravigliare, co-
ine per avventura fu quella di colui che fece un tempio senza al-
cun ferramento ; o veramente come quella di chi condusse a Ro-
ma il colosso sempre diritto e sospeso, nel qual lavoro , feccia.»
ancor quello a nostro propalilo , si servi di ventiquattro elefanti ;
o come quella di colui, che nel formare una cava vi lasciò fatto
un laberinto, o un tempio, o qual' altra cosa tu vogli che servaj
a' bisogui degli uomini fuor dell' opinione altrui. Dicono che Ne-
rone si servi certo'd'architetti prodigiosi , a'quali non cadevano
mai altre cose nell' animo, sé non quelle che erano quali impos-
sibiii a ferii. Io veramente non lodo quelli tali, ma vorrei chej
1' architetto fossé., e si sìudiasse.di esser tale , che mostrasse
di aver voluto in ogni cosa attendere prima all' utilità e al bi-
sogno che ad altro ; e qùand' anche tutto quel che avrà fatto non
sìa che per semplice adornamento, io nientedimeno vorrei, che

En non
loading ...