Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 487
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0513
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DE' RI ME-DJ DE GII EDIFI'C]

487: ■

Ma è maggior portento quello , che dell'acqua di Corsica si rac-
conta, che rassodava le ossa rotte, e colla quale si salsavano pedi-
mi veleni. In alcuni luoghi ve ne sono, che fanno altrui buoro
ingegno e quali indovino .. In Corsica Umilmente vi è una fonte
molto utile per gli occhi; e,sé alcun ladro negherà con giuramen-
to Jl surto in preserita del furto, e si laverà gli occhi con esia si
accecherà subito . Ma di queste cose sia detto abbastanza . Ulti-
mamente in alcuni luoghi non si troverà acqua né buona, né cat-
tiva : allora come accade in Puglia bisogna serbare le acque pio-
vane nelle cisterne.

CAPO

III.

Che quattro fiono le cofe da considerarfi circa alle acque ;

dove esfe si generino , donde effe nafiano ,

e dove effe corrano •

QUattro adunque sono le cose circa alle acque , che fanno
ài nostro proposito , cioè di trovarle, di ridurle, di sce-
glierle e di mantenerle. Di queste abbiamo ora a tratta-
re ; ma abbiamo prima a dire alcune cose, che spettano all'uso
universale delle medesime. Io non penso che l'acqua si polla te-
nere, sé non in vali, e*consento a coloro, che molli da quello,
dicono ed affermano essere il mare un vaso grandissimo , e a so-
miglianza del mare , dicono i fiumi essere ancor elsi vali Iun-
ghisiìmi ; ma vi è quella difserenza , che in quelli le acquo
di lor natura corrono e si muovono , senza che alcuna forza dì
suori vi si adoperi , e le altre, cioè quelle di mare, facilmente
si fermerebbero , sé non fossero agitate dall' impeto de' venti. Io
non andrò qui cercando coi silososi , sé le acque vadano al mare ,
quali a luogo di quiete , e sé nasca dall' azione de' raggi della lu-
na, che il mare per uno spazio di tempo cresca , e per un altro
T t t sce-
loading ...