Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 492
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0518
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i92 [ L I B R O DECIMO

te, alcune più serrate , alcune più rade e più sonili, e conside-
rarono inoltre che ne'monti queste scorze erano poste F una so-
prà l'altra, ed ammaliate talmente, che dal lato di mori gli or-
dini di questi filari o scorze, e le linee delle congiunture erano
tisate a livello da delira a sinistra, ma dal Iato di dentro verso
il centro del monte, dette scorze si chinavano all'ingiù con: tut-
ta la supersicie di sopra, egualmente pendente, ma non con di-
rezione continuata sino addentro, perciocché ad ogni cento piedi
si avvallavano le scorze suddette quasi per gradi, e con simile in-
terrompimento, e con pari sorte di gradi da tutti i lati del mon-
te correvano sino al centro. Vedute adunque quelle cose, gli uo-
mini di sottile ingegno hanno facilmente potuto conoscere , chej
le acque sono o generate , o veramente che le piogge si raccol-
gono sra quefle scorze e congiunture de'silari, perlochè le parti
intime del monte diventano umide . Di qui presero argomento
di poter avere le riposte acque, forando il monte in quel luogo
massimàmente , nei quale tendono a congiugnersi l'uno coli'altro
i filoni e gli ordini delle linee che vanno a basso, il qual luogo è
molto pronto e comodo dove i muscoli de'monti congiugnendoli
F uno all' altro faranno qualche seno.

Oltre di quello le pelli del terreno moflrano chiaro esserej
fra loro di varia e diversa natura per succhiare le acque o per
darle . Perciocché i sallì rossi il più delle yolte sono acquidosi,
ma sogliono ingannare; perchè le acque, fra le vene delle qua-
li tali sallì abbondano, sé ne vanno facilmente . La selce , pietra
tutta sugosa e viva, che nella radice del monte sia rotta e mol-
to aspra, porge anch' essa facilmente F acqua. La terra sottile an-
cora facilmente ti darà occasione di trovar F acqua in abbondan-
za, ma di cattivo sapore. Il sabbione maschio, epperò l'arena, che
si chiama carbonchio, porgono con eertezza le acque molto sané
e perenni . Il contrario interviene della creta, che perenti' trop-
po spessa.non ti dà acque, benché mantenga quella che di fuori
tii ' le
loading ...