Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 493
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0519
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D E' R I M ED J DEGLI EDIF1CJ 493

le viene . Nel sabbione si trovino molto sottili e fangose, e che
nel fondo fanno posatura . Dall' argilla escouo acque leggieri e pili'
dolci che le altre ; dal tufo più fredde ; dal terreno nero più lim-
pide. Nella ghiaja, sé sarà sciolta o minuta, vi si caverà con_>
speranza non certa; ma dove esia comincerà ad esser serrata più
a basso, non sarà speranza incerta il cavarvi; ma trovata 1'ac-
qua o nell'una, 0 nell'altra specie di argilla, sarà esia sempre di
buon sapore.

Aggiuntavi poi la diligenza dell' arte, si conosce quel luo-
go , sotto il quale è la vena in quello modo . Essendo il cielo se-
reno, poniti la mattina di buon'ora a giacere col mento in ter-:
ra ; dipoi va riguardando dappertutto il paese all' intorno, e se_>
in alcun luogo vedrai levarli vapori di terra , e salire crespi ini
aria, come nel freddo inverno suol fare il siato degli uomini, sii
pur sicuro che quivi non*manca l'acqua . Ma acciocché tti ne sii
più certo , cava una fossa profonda , e larga quattro cubiti , ej
mettivi dentro verso il tramontar del'sole o un vaso di terra ca-
vato di fresco dalla fornace, o alquanto di lana sudicia , o un_,
vaso di terra cruda , 0 un vaso di rame rivolto sosibpra ed untò
d'olio, e cuopri con assiorile la folla , e ricuopri .quelle assicelle.
di terra . Se la mattina dipoi il vaso sarà molto più grave, che
non era prima, sé la lana sarà bagnata, sé il vaso; di terra cruda:
si sarà inumidito, sé àlvaso di rame vi si troveranno gocciole at-
taccate , e sé una lucerna lasciatavi accesa non avrà conlumato
troppo olio, o sé fattovi fuoco la terra vi farà sumo , certamen-
te non vi mancheranno vene di acqua. Ma in che tempo si deb-
bano far quelle prove non è ben certo . Pretto gli scrittori, tro-
vo che ne' di canicolari la terra e i corpi degli animali diventa-
no molto umidi, onde avviene, che in quei giorni gli alberi sot-
to le scorze s'inumidiscono molto per 1'esuberanza dell'umore.,,
ed oltre di quello in quel tempo medesimo gli uomini son sog-
getti a ssusiì di ventre , e per la troppa umettazione de'corpi son

mole-
loading ...