Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 495
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0521
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DE' RIMEDI DEGLI EDIFICI

49?

cono di qua e di là , da delira e da sinite de'sfogato) , per i
quali il mal vapore polsa liberamente uscir fuori . Contro al peri-
colo del rovinare ti munirai in questo modo . Nel primo molo del
terreno , dóve ti sarai risoluto di fare il pozzo , favvi un cerchio
o di marmo , o di materia fortiilìma , tanto largo , quanta tu vuoi
che Ila la larghezza del pozzo. Questo ti servirà per baie dell'ope-
ra che tu avrai a fare . Alzerai adunque su di quella base i lati
del pozzo alti tre cubiti, e li lascerai rasciugare . Quando saran
rasciutti cava dentro il pozzo, e cavane quel che vie dentro , e
quanto andrai in giù col cavare, tanto vi murerai attorno sino al
fondo , e così col cavare e col murare a mano a mano contempo-
raneamente andrai fìcuramente all' ingiù quanto vorrai . Vi sono
alcuni, che vogliono che le mura del pozzo li facciano senza cal-
cina, acciò non il serri la via alle vene . Alcuni altri vogliono che
vi Ci facciano tre scorze di muro, acciocché 1' acqua venga a di-
stillare a basso più limpida .

Ma egli è d' una grande importanza il sapere il luogo dove
tu abbi a cavare; perciocché avendo il terreno certe scorze o Ara-
ti posti l'uno sopra 1' altro , accade alcuna volta che le acquo
piovane si trovino subito sotto il terreno posticcio, nel primo so-
do , ma querce per non elser pure non l'apprezzeremo molto. Al-
cune volte avverrà per Io contrario, che trovata l'acqua, e vo-
lendo cavare più addentro essa si perderà e ti suggirà dinanzi agli
occhi ; e questo perchè tu avrai forato il vaso che la conteneva .
Perlocchè molto mi piacciono coloro che murano i pozzi, come
sé avessero a fare un vaso . Cerchiano adunque il di dentro del
già cavato pozzo con.due ordini di cereri; di leguo e di assi, di
maniera che sra un ordine e 1' altro vi resti uno spazio di un cu-
bito , e riempiendo poseia questo vuoto che resta tra una seorza e •
1' altra del legno con usi getto di ghiaja grolla , o piuttosto di
pezzami di selci e'di marmi mesehiati con calcina, lasciano che
per.sei meli questo lavoro sra dette scorze si secchi e faccia pre-

V vv st •
loading ...