Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 500
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0526
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
50O

LIBRO DECIMO

noi diciamo, che i frutti sono diventati abbruciati per i gran cal-
di e per i gran sreddi ancora ; e quello perchè noi veggiamo che
consumate e spente le parti più tenere dal gelo e dal sole, i le-
gnami diventano più scabroiì e più abbruciati . Sicché per le me-
desime ragioni le acque per i soli diventano viseose , e per il fred-
do cenerognole.

Ma fra le acque lodate vi è ancora un'altra differenza; per-
ciocché importa molto in che flagione dell' anno, in che ora del
giorno, da quali piogge, e tirando quai venti , tu raccoglierai
le acque piovane, e in che luogo ancora tu le riporrai, e quan-
to tempo tu ve ¥ abbia tenute . Pensano che le acque piovane do-
po il cuore dell' inverno vengano più gravi dal cielo . Quello
raccolte nell' invernata , dicono che sono più dolci che quelle,
che sono raccolte nella state. Le prime piogge dopo i dì canico-
lari sono amare e perlifere , perciocché esse si corrompono per il
miscuglio del terreno adulto, e dicono che la terra perciò è ama-
ra, perchè essa è fatta adusta dagli ardori del sole . Quindi naste
che è migliore quella che si piglia da' tetti, che quella che si pi-
glia dal terreno , e di quella che si piglia da' tetti, pensano chej
la più sana sia quella che si piglia dopo che i tetti sono siati la-
vati dalla prima pioggia. I medici, che scrissero in lingua Carta-
ginese, dicono che la pioggia che cade la state, e massime tuo-
nando , non è pura, ed è per la salsedine nociva . Teofrasto peli-
la che le piogge che cadon di notte sieno migliori che quelle di
giorno ; e di quelle pensano che sia più sana quella che cade ti-
rando aquilone . Columella pensa che l'acqua piovana non sarà
cattiva essendo condottata dentro di una cisterna coperta, percioc-
ché essa facilmente allo seoperto e al sole si corrompe, e l'erbata
in vaso di legno si guasta pretto.

Le acque delle fontane ancora sono fra loro differenti. Fra
quelleIppocrate pensava, che quelle che nascevano alle radici dei
colli fodero le migliori . Ma fra le fontane gli antichi lodavano

pri-
loading ...