Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 531
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0557
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D E' RI M E.D.J .DEGLI EDIFICI 531

ciocché il peso dell'onde che vengono, e per dir-cosl, le.'loro
minacce si rintuzzino , e non trovando dove dar di petto in pieno
ritornando indietro, non rompano , ma se: ne {corrano piacevol-
mente. Imperciocché in quello modo l'onda, che ritornerà ver-
so il mare, riceverà e ritarderà le altre onde, che dopo verranno
a proda.

Pare che alle bocche de'fiumi, si debba osservare il medesimo
metodo che ne' porti, poiché le navi in tèmpo di borrascà si ri-
fuggiano in esse. La prima cosa io vorrei che le foci de' siumi si
fortisicartelo e si strignessero contro l'onde del mare . Diceva.!
Properzio , fiì vìnto 0. vinci ; quefta ì la -mota-M:, amore . Lo
stesso interviene delle foci de' fiumi ; perciocché continuamente
0 le fóci sono superate dall' impeto del mare ,' che.non retta mai,
e sono Murate dall'arena ; o per lo.contrario colla loro assiduità
e colla perfidia superano l'impeto del mare . Per lo che mi pia-
cerà assai , sé tu farai sboccare un fiume in mare con due rami,
purché 1' acque sieno ballanti ;. e questo non solo perchè alle na-
vi', mutatoli il vento, sieno più.prpnte l'entrate, ma ancora ac-
ciocché nel caso che si opponesse alcuna forza di tempefle , 0 che
una delle bocche per avventura, tirando osìro, fosse riturata, gon-
fiateti le acque per le piene non allaghino il pàe.se, ma che vi sia
sempre là via. aperta da poter essere ricevute dal mare . Di questo
sia detto abbastanza. ■. - - : ' ■■ • ^

Restaci a dire del nettare e del vuotare . Cesare pose unaj
gran cura nel nettare il Tevere , che era-certamente ripieno di
rottami e d'immondezze . Vi sono.ancora e dentro e fuori della
città, non discoslo dal .Tevere, monti non, piccoli fatti di rótta-
mi di.terra cotta cavati dal fiume-; non mi.ricordo di aver letto
con quali artifìz; cayassero tanta materia da un fiume tanto polen-
te ."Ma: io'.pènso che facessero- sleccati , coi quali mandato daj
parte il siume e cavatane l'acqua, cavasseró poi gl'impedimenti
che vi erano . Gli, steccati, si faranno in questo modo. Ordinerai
:...j ■ travi
loading ...