Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 532
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0558
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
travi piallate per lungo , e da un capo all' altro farai nella grossez-
za de'lati canali di qua e di là profondi quattro dita, larghi se-
condo la grossezza delle tavole , delle quali ti avrai a servire per
tal bisogno, ed apparecchierai tavole eguali di grossezza e di lun-
ghezza. Ordinate quelle cose ,. ficca le tue travi , che ti dicem-
mo, a piombo con ragionevoli spaz; sra di loro , secondo la lun-
ghezza delle ordinate tavole .. Ficcate le travi e bene ordinate ,
metti le tavole sii da alto, e fa che esse scendano lino nel fondo
per i canali delle travi. Un lavoro siffatto il volgo lo chiama_>
cateratte, ma tu metti sopra le dette tavole altre tavole , e ser-
rale, iicchè si .congiungano bene insieme . Scompartirci poi in_>
luoghi comodi ed opportuni trombe torte da tirar su V acqua,
trombe diritte, schizzatpj e secchie, ed ogn'instrnmento da cava-
re acque; e aggiugnivi una moltitudine di uomini, che in un su-
bito senza riposarsi mai, o frammetter tempo in mezzo, cavino
V: acqua dallo Seccato , e sé ve n' entrasse da qualche parte , ritu-
ravi con panni, e ti riuscirà il lavoro come tu cerchi. Fra que-
lla sorta di steccato da acqua , e queir altra di che noi ci servira-
mo nel murare de'ponti vi è quella differenza, che quella biso-
gno che fosse stabile e da durare assai, sino a tanto che le pilo
non pur fossero finite, ma che finite avessero fatta la presa e si
foriero assodate; mentre quell'altra èperpoco tempo, e il dì dipoi
che tu avrai cavato il fango, 1' avrai a levar via e portarla altro-
ve . Io ti.avverto di quello , che o tu netti il fiume servendoti
di quello steccato, o pur voltando il siume in altra parte , guar-
dati di non combattere con tutta l'abbondanza e con tutta la for-
za dell'acqua in un medesimo luogo ad un tratto ; ma fa il tuo
lavoro in più volte , e prima un pezzo e poi un altro . Quei
lavori, che si faranno contro il peso e contro V impeto delle ac-
que , sé saranno fatti ad arco che volti il dorso verso 11 impeto
delle medesime, reciteranno più gagliardamente . Scaverai il fon-
do di un fiume sé tu farai un argine attraverso di esso in modo

che
loading ...