Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 546
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0572
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
j45 L . I. B .R ,0 DECIMO

alcuue morse gagliarde di pietra viva, e si fermeranno in modo
che escano fuori ed entrino nel muro che tu avrai a fare di nuo-
vo, sicchè servano quasi di legatura fra una corteccia e 1'altraj
del muro. Il muro nuovo in questo caso non si dee fare sé non
di pietre ordinarie . Applicherassi poi nel muro un pilastro in_,
questo modo. Disegnerai colla matita la sua larghezza nel muro
vecchio ; dipoi incominciando da' fondamenti , forerai il muro
con una fìnestra, la larghezza della quale sia alquanto maggiore che
quella che tu disegnasti colla matita nel muro ,.- e1- altezza non_.
molta . Dipoi riempirai detta finestra con pietre riquadrate con
estrema diligenza e con filari eguali, ed in questo modo avverrà
che quella parte del muro che fu lasciata dentro al segno della_>
matita, sarà presa dalla grossezza del pilastro , ed il muro sarà
diventato più gagliardo . Dipoi col medesimo ordine che tu hai
alzata questa prima parte del pilastro, alzerai s altre parti di so-
pra, sino a che tu ne venga all' ultimo fine del lavoro . Ma del-
la sottigliezza sia detto abbastanza .

Dove mancheranno incatenature, tiseremo catene o spranghe
di ferro , o piuttosto di rame. Ma bisogna avvertire che gli ossa-
mi non si debilitino coli' averli a forare. Che sé per avventuraj
il peso della soprastante terra spignerà alcuno de' lati, o coli' umi-
dità gli farà danno, fa lungo il muro una folta larga , secondo
che ricerca il bisogno, e muravi alcuni mezzi cerch;, i quali ri-
cevano la forza del peso dell' aggravante terreno , aggiugnendovi
in alcuni siti vaselli o docce, per le quali sé ne scoli e si purghi
l'umore che vi distilla ; ovvero distendivi correnti per piano," che
colle teste loro piglino e tengano il muro spinto dall' aggravante
terreno, e a questi legni ne conficca altri attraverso, e caricali
poi di terreno posticcio . Gioverà certamente questo , perciocché
il terreno posticcio si assoderà e si strignerà insieme, avanti elio.
il nervo del legname si consumi.

CAPO
loading ...