Alberti, Leon Battista  ; Bartoli, Cosimo [Übers.]
I Dieci Libri Di Architettura — Rom, 1784

Seite: 563
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1784/0589
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i : N3 D 1 e : Eì

SBS

Degli edifici privati

CTA P O ' I.

\^':tìé'sydeeaVer rispettoin tutte le cose, e macine nelV architettura; • t

-aìt'utiihà% 'alla pàrsimoniu ;' e 'degli ornaménti della- cafa regale',
v-v" Senatoria e corìsolare . ''■'■ 425

CAPÒ IT. '-
•ì&èglì adornamenti degli edifici delta città, e dì quelli della 'villa- ' ' 4J1'

C A P O III.
Che le-parìì 'e le -membra degli edisici sono fra l°ro disserenti di natura e
v ^ di jpecie, e che essi^si debbono adornare in'varj modiì ' 434

C A ;P Ó1 I V. '
Coi* quai pitture, con che sruiti-, e con qiìai 'sorti di statùe si debbano
adornare le case de'' privati, i pavimenti ì i portici , le altre stanze
-;- -> e i giardini. * -•■'" ' ■'_-'■■ 43P

C A P O V.
'Che tré. fório le'cose principali che sanno gli edisics belli £ graziofì, il nu-
*<r mero delle membra, la sorma e il [ito . ■'"'..'. ...

C-TA Ì> 0; V 1/ ::' ■
Della corrispondenzà de^ numeri,, del misùràre le piante", e della regola
vi del terminare che non è naturale né delle armonìe', né de'corpi. '■ 452

C 'A' P O VI I.
■Del modo di porre le colonne, e della misura e collocazione loro .'■-'■•■ ■ 45^

C A P O Q VIII.'
Di alcuni piti gravi disetti dell'architettura . < ' ■ ■ 460

v ; ■ » - '- ' " -'-'VC AVO IX. '■
guai sìa V ussicio di un buon architetto , e quali sien le cose che saccia-
l no gli adornamentì'-'eccellentì. ••■,■■ 465

C:A P Ò X.
gitali-sieno le cose, che principalmente ha bisogno'di confìderare un ar-
■;•■'. chitetto , e quali sia di necessità- eli- egli sappia.'' " ; * 4<Jp

CAPO' XI.
*i chi -F architetto: dee comunicare il suo consiglio e s opera sua « ■■ ■ 'V 474

L13J{0
loading ...