Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: VII
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0049
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0049
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Vlt

tutte sopra argomenti cli quella sicura parte del-
la ülosofia , che fisica si cfiiama , propostigli da
que’ maestri, prudenti conoscitori degl’ ingegnî
fervidi giovanili, i quali , se per tempo non si
avvezzano alla meditazione delle verità naturali,
più vaglii del mirabile, che del vero , si abban-
donano facilmente ai Vani metafîsici Sogni degli
acuti sofisti. Passô sei anni in questi filosofici stu-
dj, all’ ampliazione de’ quali contribuirono anché
assai le pubbliche lezioni di fisica - sperimentale
del celebre dottor Beccari, le quali egii assidua-
mente ascoltô, desideroso di assicurare Viemmag-
giormente la dubbia ragione col lume certo del-
la esperienza . La naturale incliiiazione , che lo
portava alla conoscenza dellapittüra, e delle car-*
ti compagne, le quali doveva poi illustrare, dive-
nutone, come diremo a suo lüogO, giüdice e mae-
stro insigne, fe', che s’ applicàsse anche allo stu-
dio della notomia, non in qùanto è medica , ed
interna, ma in quanto è facoltà necessaria a per-
fezionare il disegno del corpo ümano, e a descri-
vere il sito , la forma, e le varie niodisicazionî
delle parti , che costituiscono la sua figura este-
riore , e cadorto sotto le lineazioni dell’ artefice „
Non contento di vederne le pratiche qùotidiané
sezioni fatte dal Dottor Caldani anatomico e filo-*
sofo , ora professore nell’ Üniversità di Padova »
ne trascrisse da varj libri per uso suo un breve
compendio, che ancora si trova fra le sue cartë »
In tal modo coll’ ajuto dell’ osservazione fedele,

a 4 delle
loading ...