Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: XIX
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0061
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0061
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
XIX

di me nella sua gloria . Si degni Ella di rîcor-
darsi, che la mia voce fu la prima tromba
che sece rimbombare tra le nostre zampogne
srancesi it merito del vostro librô , prima chè
sosse uscito al pubblico » La vostra luce set-
templice abbarbaglib per un tômpo gii occhi
de* nostri cartesiani, e l\Accademia delle Scien-
ze ne' suoi vortici ancoj'a involta parve un poco
titrosetta nel dare al vostro bello , e mal tra-
dotto Ubro i dovuti applausi : ma sono due co*
se al mondo , che sottomettono sempre i l ibel-
li, la verità t e la beltà. Avetô vinto coti que-
Ste armi : ma mi iagnero sempre , che abbiate
dedicato il Neutonianismo ad un vecchio carte-
siano , che non intendeva punto le leggi della
gravitazione. Ma non verremmo mai alla iine ,
se volessimo qui riferire tutte le lodi del conte
Algarotti contenute nelle amenissime lettei’e dî
M. de Voltaire, le quali sono tali e tante , che se
fossero pubblicate insieme con quelle della mai>
cbesa di Chastellet, formerebbero un cürioso e gra-
zioso volume , molto onotevole alla memoria del
letterato, a cui furono scritte. Ma M. deVoltai-
re fu presago e indovino del vero , quaiido ebbe
timore , che il libro non fosse tradotto ïîiale in
francese ; poichè xnfatti cadde per mala ventura
uelle xuani di M. Penxni de Casterâ , che lo tra-*
dusse , e pubblicô iii Amsterdam nel 174°- non
solo ignudo della beilezza del naüo stile, e fred-
do e barbaro tutto , ma ricoperto d'errori kas-

b 2 siccj,
loading ...