Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: XXXV
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0077
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0077
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
XXXV

«iopo îa sua morte : ma forse l’ editore di Lîvor-
îio la trovô fra le sue carte senza il nomé delL
autore , e la riferi a lui, ch’ ebbe tànta partè
uella disputa di Dante, ch’è l’argomento della
predetta epistola ; del qual argomento è bene di
aprir qui con alquante parole 1 a prima origine ;
il che varrà a rimuovere affatto la sinistra voce,
che corse del parere del conte Algarotti in quel-
la tanto ventilata controversia . Sono parecchj
anni , che un moderno Zoilo , cliiunque ei si
fosse, si avvisô di screditare iì poema di Dante ,
e scrisse alcune Lùttere sotto il nome di Virgi-
iio, ajutandosi col trarre dal bujo , in cui erano
sepolti, alcuni autori polverosi, che scrissero già
contro quel divino poeta, e coll'aggiungere il suo
stile saceto, e alcune sue nuove srasche âlle vec-
chie obbiezioni, le quali tutte lianno per primo
fondamento l’esclusione del senso morale da quel
poema ; poichè il critico non ha inteso , o ha sat-
to vista di non intendere, che sono adombrati iii
esso , non già per asserzionë de’ commentatori,
che in ogni cosa trovano allegorie , rria per sen-
tenza di Dante stesso , i tre stati temporali del-
îa vita morale dell’ uomo , e che per l’Inferno
è descritto il travaglio dell’animo de’viziosi du-
rante la vita loro, e riel Purgatorio è hgurata
l’emenda e la purgazione del vizio , e nel Para-
diso la vita tranquilla e beata dell’uomo saggio
e virtuoso . In oltre il critieo non ha inteso, che
Dante fu il primo pceta , che richiamô dopo tan-
loading ...