Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: XXXIX
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0081
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0081
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
XXXIX

Duole avere in grandissima stima , e si vuole
pertinacemente studiare da chiunque aspira tra
noi alla forte poesia ; e non si diè mai pace,
fìncliè nol liberô asfatto da questo sospetto con
una consimile dichiarazione anche il conte Gozzi
autore della risposta, il quale quanto aveva bia-
simate , e confutate le Lettere, altrettanto ave-
va già lodata la raccolta de’versi sciolti del con-
te Francesco Algarotti, e degli altx'i due scriven-
do di loi'O ; Sono tre intelletti mossi dalle mu-
se, e questo secolo risplenderà selicemente fra
gli altri per tre cqsî egregi e solenni poeti, ri~
pieni di entusiasmo , di vivaci leggiadri e na-
turali pensieri. Queste cose abbiamo qui riferi-
te , si perchè molto ci diletta l’onorevole giudi-
zio, che il conte Gozzi ha dato de’ vei'si del no-
stro poeta, come anche perchè è satto palese per
tal modo qual fosse nella controversia del nostro
antico xnaestro il parere del conte Francesco Al-
garotti ; e quali sono gli autentici testimonj, ch’
ei ci ha lasciati della sua l'iverenza verso di lui :
dalla qual considerazione forse fu mosso l’edito-
re diLivorno ad attribuii'e a lui l’epistola dell’ab.
Gennari contro i censori di Dante . Rimossa dun-
csue dalle opere del conte Francesco Algarotti
quell’ epistola, comincieremo da quelle due bi'e-
vi, ch’egii scrisse a Federico il Grande con quel-
la sublixnità d’immagini, e con quell’eriergia di
espressioni, che convengono alla dignità di sï
auausto M'onarca.

O

c 4

Nella
loading ...