Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: LI
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0093
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0093
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Lt

K dìie ultime edizioni sono nitidissime . II conte
Algarotti ha poi ritoccato più volte il Congresso
di Citera adornandone sempre più lo stile, e ve~
stendolo di belle idee e di piacevoli descrizioni ; e
di qxresto libretto scrisse M. de Voltaire . Ho let-
lo e rilétto , e rileggerò il vostro Congresso, che
le grazie istesse hanno dettato, e che avete scrit-
to con una -penna cavata dalle ali d' Amore.
Fu tradotto questo libro in lingua tedesca ; e
stampato in Lipsia nel 1747- » e parimenti tra-
dotto in francese da una giovinetta , che ha vo-
Luto nasconderci il suo nome . TJna giovane dt
i 6. anni ( scrisse il p. Bettinelli al conte Algarot-
ti da Parigi) piena di grazia, e di spirito , ha
Sradotto il Congresso di Citera, e vi ha rein-
tegrato del danno dal giornale straniero reca-
tovi con traduzione pedantesca . E questa gio-
vine scrisse ad esso p. Bettinelli, quando questi
mandô al conte Algarotti la versione: Hoi vole-
te dargli un nuovo motivo di lagnarsi. Fategli
duncjue insieme le mie scuse , e ditegli , che s'ei
non ha traduttore nè traduttrice pih infedele,
almeno non ha la pih sedele ammîratrice . Fa-
temi la grazia di celargli il mio nome . Noi ve-
ramente non abbiamo veduta questa traduzione y
e non sappiamo dove sia stata stampata ; ma es-
sendoci venuta alle mani un’altra traduzione, o
più tosto una libera parafrasi del Congrssso di Ci-
tera, tratta dall’ esemplare dell’edizione di Na-
poli, e pubblicata con data finta nel 1742.» ci

d 2 siamo
loading ...