Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: LXXXIV
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0126
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0126
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LXXXIY

tneno difettosa delle altre che abbiftmo riferite ,
e non contenga errori tanto mostrnosi, nè espres-
sioni coirtrarie al testo, nondimeno è scritta sen-
za eleganza , con alcuni modi di dire non fran-
cesi, e con ommissioni e giunte tali, clxe ab~
biamo riscontrati 5o. luoghi malamente tradotti;
onde si puô dire anche di questa versione quel-
lo , che il conte Algai-otti scrisse al conte Maz-
zucchelli : hi ordi/ie alle traduzioni, che sono
state fatte delle cose mie , Be/i fera stella su
sotto ch'io nacqui. Finalmente il conte Àlgarot-
ti scrisse un Saggio per riformare il teatro delV
Op era , notando i progressi , e le cagioni deila
decadenza della xnusica, arte ch’egli possedeva
pienamente, avendola non solo appresa ne’prin-
cipj delle relazioni del tempo e delle leggi del
moto su i libri del Galileo e degli altri mate-
matici, ma studiata anche per l’esercizio mec-
canico ed esfettivo , quanto gli bastava a giudi-
carne rettamente , congiungendo la facoltà spe-
culativa dell’intelletto alla pratica de’sensi. In
questo Saggio , oltre i pi'ecetti del cantare e deï
xecitare , insegnô la sorma e l’apparato de’balli
e delle scene, la disposizione e l’ornato del tea-
tro, le leggi del dramxna, e la scelta dell’argo-
mento che diletti e muova e non contravvenga
alla ragione, corne pur troppo vediamo accadere
quasi in tutti i componimenti di questo genere.
Furono riformati , e decorati con adattatissima
magnificenza , secondo gl’insegnaxnenti del con*

te
loading ...