Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: XC
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0132
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0132
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
xc

favolose invenzioni . ïmperciocchè quando ver-
ranno al paragône gli Aurelj e gli Antonini e i
Severi , o qualunque altro de’ più samosi Impe-
ratori, che alla gloria delle armi laude accop-
piarono di hlosoha d’ eloquenza e di giurispru-
denza , non ci daranno già essi l’immagïne d’ un
principe capitano e soldato, che abbia congiun-
to insieme ardimento celerità e prudenza xnili-
tare a mirabile vigoi’e di temperamento d’ani-
mo e di corpo, e che indisferentemente in mez-
zo ai duhbj eventi delia guerra, e dopo gli ani-
mosi tnmulti della vittoria, e dopo i pensosi si-
lenzj d’ una infelice battaglia siasi occupato sul
Campo con pari tranquillità di spirito a scrivere
lettere piacevoli e poesie , quali sono quelle, che
FEDEPlICO scriveva al conte Algarotti ; nè mai
ci mostreranno l’idea d’ un principe indefêsso ,
che vegliando. per se stesso nella pace al mol-
tîplice e felice governo delîe provincie e de're-
gni ampliati , abbia trovato agio di collocare il
suo diletto nel vestii'e d’immagîni ornate gl'in-
segnamenti della morale Hlosofia, e nel trattare
in una lingua non sua argomenti nuovi , quali
sono quelli , ch’ egli ha trattati nelle sue subli-
mi Epistole in versi, e nelle Odi Oraziane pie-
ne d’ estro e di dolcezza, e nel divino poema
JDelV arte della guerra, di cui le Muse non
avevano ispirato alcuno prima del i’e FEDEPiI-
CO : il quale in oltre ha satto onoi’e all’ uma-
nJtà pubblicando, come critico acuto, la confu-

tazione
loading ...