Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: XCI
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0133
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0133
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
XCI

tazìone deì libro del Machiavelìo ; ed ha scrit-
to, corae istorico veritiero, le Memorie della
sua real Casa, escludendone le tanto dai grandi
apprezzate favolose genealogie ; ed ha divulgato »
come pei'setto oratore, gravissime ed eioquen-
tissime orazioni, e cogie legislatore sapiente cont
un picciolo. Coclice di brevi ieggi , derivate dal
puro fonte della morale e civile ragione, ha po-
sto freno aìi’ intemperanza degli uomini litigio^-
si, e termine all' eternità de’ litigj ; e flnalmen-
te come protettore munificentissimo e padre del-
•e belle arti, le ha promosse ed ampliate e coI~
tivate egli stesso con tanto impegno e felicità,
che si è avverato pienamente cjuel, che nel co-*
minciamento del suo regno scrisse il conte Al-:
garotti ;

7/i Berlino risorge Atene , e Roma .

In mezzo alle quali cose, e a tante altre abbrac-
çiate tutte dall’ intelletto d’un uorao solo , non è
certamente rultirna locle, che dove suol essere
grazia somma, clie i Principi si degnino di pro-
teggere e favorire i letterati , FEDERICO gli
abbia non solo protetti e favoriti, ma chiamati
da lontane parti, provveduti accarezzati ed araa*
ti ; clel quale araore niuno più del conte Àlga-
xotti fu partecipe, clappoichè nel suo ritorno da
Pietroburgo passò alla Corte di Berlino, dove lo
attendeva il destino delle lettere, per condurlo
giovine niodesto ed animoso dinanzi a quel Re,,

allora
loading ...