Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: XCII
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0134
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0134
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
XCIÏ

allora Principe giovine , che nell' ozio Hlosofioo
di Remusberg avvezzava la conclizione reale a sa-
lire a qrrnl grado, a cui non era salita ancora in
nessuna età , e presso a nessuna eelebrata na-
zione . A lui si presentô il conte Algarotti non
con altra scorta, clie colla fama del suo sapere
e delle opere pubblicate , con quella persuasione
della paroîa, cbe aveva sulîe labbra , e con quell’
animata eloquenza , cbe se gii leggeva fin negli
occhi e nell’aria della persona, e in queîla fron-
te liberale ed ingenua , indice dell’animo puro
e leale, libero da ogni bassa voglia per l’ampiez-
za delle domestiche sue fortune . Si trattenne egli
a Remusberg otto giorni in una mutua comunio-
ne di studj ameni e di pensieri filosohci con quel
Principe suo coetaneo , che fin d’allora voleva ri-
tenerlo per sempre presso di se . Cominciô al
suo partire quest’ epistolare corrispondenza nuda
d’ogni fasto fra un principe ed un privato , che
coi sensi di pura lealtà e di schietta fede si apri-
vano il cüore vicendevolmente . Fin da que’di
l’ottima opinione, e la regia benevolenza fonda-
ta sulle vere qualità amabili dell’animo e dell’in-
gegno , meglio scoperte e nutrite poi colla iun-
ga consuetudine , si è mantenuta sempre costan-
te, ed ha onorati venticinque anrii di vita, e so-
lennemente poi, come diremo , anche Ia morte
e le fredde ceneri dell’amico fiîosofo . Ecco la
prima lettera , che FEDERICO Principe Reale
gli scrisse a Londx’a dopo la sua partenza da Re-

musberg :
loading ...