Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: C
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0142
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0142
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
c

che piacere intendero questa huona nuova ?
IBenchè i medici di questo paese non sappia-
no pih de' vostri per prolungare la vita degli
nomini, uno de' nostri Esculapj ha nondime->
no guarito un- tisico attaccato ne'polmoni as-r
sai più violentemente , che non lo era Mau-
pertuis, cjuando voi lo vedeste qui. Mi sare-
te il piacere di maîidarmi il vostro statum
morhi, per vedere se il consulto di questo rne-
dico potesse esservi di cjualche soccorso „ Io
conterei per uno de' piu lieti momenti della
mia vita cjuello , in cui potessi procurarvi il
ristabilimento della vostra salute . Desidero
con tutto il mio cuore, ch’ essa sia hastante•-
mente forte, perchè possiate ritor?iare in que-
sto paese . Vi mostrerb allora una raccolta,
che ho fatta di cjuadri cle' vostri compatrioti „
lo dico a rigiiardo loro , e de' jntto?'i france-
si, cjuel che Boileau diceva de' poeti : Giovine
ïo amavo Ovidio , veechio stimo Virgilio . Vi
sono ohhligato della jjarte, che jjrendete a cib ,
che mi riguarda, Del resto siate persuaso , che
la più lieta nuova per me sarà il sapers da
voi stesso , che siete interame?ite ristabilito .
Questi furono gli ultimi sentimenti dell’ impe-
^no e della tenerezza di quel potentissimo e cle-
mentissimo Re nell’ estrema malattia del confe
Algarotti , per 1 a cui salute prendeva , com’ è
manifesto , tanta parte , che più non avrehbe po^
tuto prenderne per un suo eguale e congiunto

di
loading ...