Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: CIII
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0145
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0145
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
C111

ceduto neppure nel pregio di magnanima corte-
sia all’ augusto fratello , di cui avevano saputo sl
bene e felicexnente emulare il valore e le vitto-
rie ; poichè noix vi ha atto alcuno di special gi'a-
zia e di gentilezza, ch’essi nol pi'aticassero vei'-
so il conte Algai'Otti, e quando conversavano seco
lui presente con piena familiarità , e quando es-
sendo lontano molte lettere gli sci'issero , e tut-
te di proprio pugno , delle quali ogni verso fa fe-
de della loro stima e benevolenza, palesata spe-
cialmente da quell’ anima invitta dei Principe
Exxrico, coxx quelle espressioni di cxxore afsettuo-
so , che sono noxx falîace argomento del vero me-
rito di chi n’ era flxtto degno , dacchè la beata
condizione de’principi è libera dalla xnisera ne-
cessità di iingere e di adulare : i qxxali Principi di
Prussia , come se avessero voluto , che rinxanesse
al mondo un testimonio scritto e fedele, che il
conte Algarotti ebbe amica tutta la real famiglia
ii Brandembxxrgo , non adoperarono mai xxella loro
«oscrizione aitra formola , che quella di assezio-
zatissimo e sincero amico . Ad essi si congiun-
sxro ancora in distingxxere il conte Algarotti le
r«ali Sorelle , la margravia di Bayreuth , saggia
Minej'va , come la chiama il Re nell’epistola a
lei scritta , e la regina di Svezia , principessa ,
cone scrive il dotto marchese Grimaldi, nata la
-pih amahile, e resasi colla sua assidua appli-
caznne la piu erudita del suo sesso , la quale
gli fc’ anche dono d’una scatola giojellata . Bic-

g 4 chi
loading ...