Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: CVII
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0149
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0149
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
CVII

da Bologna a Farma nel 1769. , siccome altresi
la presenza di questi corrispose pienamente all’
espettazione del Principe, e a quella fama, clie
da tanto tempo lo aveva precorso . In Parma fu
alloggiato nella corte, e servito di carrozza e li~
vree reali, e cenô ogni sera coi Duca, il quale
guidandolo graziosamente egli stesso dinanzi Ia
prinçipessa sua jfxglia , che fu poi augustissima
Regina de'Piomani , volle che quell’intendente
d’ ogni arte vedesse , con quanto genio e pro-
htto ella si occupava negli studj della musica e
della poesia . Nè partx poi senza regj presenti P
ospite di Borbone , e molte sono le lettere del
Colbert di Parma, che gli signihçava quanto bre-
vi erano parsi al Duca i giorni, ch’ egli aveva
dimorato presso di lui, quanto dispiacere aveva
provato iir vederlo partire , quanto bi'amava di
rivederlo, e quali giusti applausi faceva all’ in-
gegno alla dottrina ed alle grazie del conte Al-
garotti. Ora se dopo gli onori resi al nostro let-
terato da’ potenti Sovi'ani di Europa volessimo
riferire anche cpxelli de’ principi pi'ivati , e de’
personaggi celebri per chiarezza o di sangue ,
o di dottrina, o d’ imprese, troppo lungo cata-
logo ci converrebbe tessere ; quando anche non
altro segnassimo , che i soli nomi cli coloro , le
cui lettere ricevute dal conte Algarotti formano
molti grossi volumi : del qual onorifico e clotto
carteggio è da desiderare , che una scelta si fac-
cia , e si pubblichi per 1’ ornamento e l’interes'*
loading ...