Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: CX
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0152
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0152
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
cx

car bi esse cjuelV eccelle?iza , die ?ie rende se-
lici e gloriosi i professori. Io ?ion so?io molto
satto per le prose : e per consessarvi il vero ,
non sono punto di queste arti ùilelligejite , on-
de parlar'ne possa come si dee . Vi supplico in-
'viarmi un ahbozzo di questo ragionamento ; ar~
ricchirlo di cjualche tr'atto illustre della storia
pittoresca ; e sopra tutto suggei'b'mi cjue' lumi,
che possono meglio colorire e dipbigere le ïocli
del Sovra?io . Io non so far che de’versi : e so-
no in croce , cjua?ido convie?i?ni di poeta di-
ve?iir prosatore . Sollevatenvi : ecl esse?ido voi
assai î'icco nell’ una, e siell’ altra elocjue?iza ;
non vi sate bicrescere dî dona?'?ni molto del
vostro bi quella , clella cjxiaïe io son pove?o ,
Fra gli esteri poi ci diletta sopra tutto di ricor-
dar qui le tante lettere eleganti, e piene de’ sen-
timenti di sdma e d’ amicizia, le quaîi ei ricevet-
te da quell’ ornamento della Francia , e di Ro-
ma , il grazioso filosofo , cardinale di Bernis ,
che anclie nel 1762. gli scrisse in questi ter-
mini : Leggerò avida?ne?ite V epistola sopra il
connnercio . La gran ?iputazio?ie dell' auto-
re basterebbe sola ad eccitare uria viva curio-
sità per cjvesV opera ; ?na a cjuesto motivo io
aggiungo il pih sincero sentbne?itô dî ainicizia
e di stbna jser la perso?ia Voi vii farete il
maggior piacere del mondo , se vorrete comu-
nica?'?ni le opere, colle cjuali illustrerete a?ico-
ra la vostra patria . Io la stbno felice di pos-

sedervi,
loading ...